Anspi di Settima, solidarietà e progetti dopo il terremoto di San Felice

E' stato un importante traguardo l'evento a cui l Anspi di Settima  ha partecipato domenica 12 ottobre . Una  delegazione dell' Associazione capitanata da Oreste Guglielmetti e' intervenuta a Cuore Amico  organizzata dalla P.A. Croce Blu di s..Felice sul Panaro ,   Oltre alla donazione di un' ambulanza di nuova generazione,  l'occasione  ha coinciso con la consegna alla Pubblica Assistenza di 5mila euro , risultato di singole donazioni , ma soprattutto di una laboriosa campagna promossa nel 2013 da Settima a favore di iniziative collegate al terremoto del 2012.  Tutto ha avuto inizio da un pranzo organizzato , poco dopo il tragico evento nelle zone terremotate , col contributo anche di derrate raccolte dall'Anspi di Settima. Oreste e Lucia Guglielmetti profondamente provati da quell'esperienza hanno allacciato una effettiva e concreta  collaborazione con il Vice Sindaco di san Felice Giovanni Giovanelli  e lo staff della Pubblica Assistenza di S.Felice . Marco Rossi consigliere della Croce Blu ha dichiarato che questa  donazione sara' utilizzata per l 'acquisto di 5 defibrillatori da posizionare in punti strategici del paese, recentemente recuperati dopo il terremoto . Il momento e' stato suggellato dalla premiazione ai volontari dell ANSPI con una targa consegnata allo stesso Guglielmetti, che dopo i ringraziamenti ha promesso di rilanciare l' invito    Il pranzo che ha visto la partecipazione di rappresentanze Anpas e di Pubbliche Assistenze di Modena , ha sancito un "gemellaggio gastronomico" tra le cuoche di S.Felice e quelle di Settima autrici dei pisarei e faso, molto apprezzati da tutti insieme ai salumi piacentini. Una giornata gioiosa completata dalla visita agli interventi recuperati e restaurati a seguito del terremoto. 
Ora toccherà' alla nostra ANSPI restituire a breve l'invito all'Amministrazione ed agli amici della Croce Blu di S. Felice, Un invito che sarà'  più che un "gemellaggio" . L' amicizia e la  solidarietà' sono valori che si cementano soprattutto quando eventi così drammatici ed imprevedibili uniscono diverse sensibilità. E tutti gli attori di questa  vicenda sono concordi nel trasformare la nefasta casualità di questo incontro in progetti condivisi da consolidare nei prossimi anni.  

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank