Spese pazze in Regione, avvisi di fine indagine per i consiglieri piacentini

 Sono 41 gli avvisi di fine indagine per la maxi inchiesta sulle spese pazze nel consiglio regionale (ora uscente) dell’Emilia Romagna, partiti nella prima mattinata di oggi, lunedì 10 novembre e tra loro sono presenti i nomi di tutti i consiglieri piacentini. Si tratta di Marco Carini del Pd, Andrea Pollastri del Pdl e Stefano Cavalli della Lega Nord. Insieme a Luigi Giuseppe Villani, capogruppo del Popolo delle Libertà ma ben noto a Piacenza per la sua attività di medico per l’Asl locale. L’accusa è di peculato (e in alcuni casi di truffa). 

In totale la somma contestata a tutti i 41 consiglieri è pari a oltre 2 milioni di euro, che sarebbero così suddivisi: 940 mila euro al Pd (con 18 indagati su 24 consiglieri totali nel periodo a cui si riferisce l’inchiesta); 205 mila al Pdl (11 indagati su 11); 423 mila euro all’Idv (2 indagati su 3); 151 mila euro alla Fds (1 indagato su 2); 77 mila a Sel (2 indagati su 2); 135 mila alla Lega nord (3 indagati su 4); 31 mila euro all’Udc (1 indagato su uu consigliere); 98 mila euro al M5s (2 indagati su 2); 27 mila euro al gruppo misto (1 indagato su 1).

L’inchiesta è portata avanti dallee pm Morena Plazzi e Antonella Scandellari, coordinate dal procuratore capo Roberto Alfonso assieme all’aggiunto Valter Giovannini. 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank