Maltempo e Po in piena, verso la riapertura della tangenziale

AGGIORNAMENTO ORE 17 – Visto il miglioramento delle condizioni meteorologiche da stamattina e il buon lavoro delle idrovore alla Farnesiana, la prefettura in accordo con le autorità potrebbe decidere di riaprire già in serata, o al più tardi domani mattina la tangenziale Sud.

IL COMUNICATO DELLA PREFETTURA

Alle ore 18.00 di oggi si è tenuta in Prefettura una riunione finalizzata all’esame della situazione riguardante l’allagamento del sottopasso della tangenziale sud che ha determinato la chiusura della predetta arteria dalle prime ore del mattino. Alla riunione, presieduta dal Prefetto dr.ssa Anna Palombi, sono intervenuti rappresentanti del Comune di Piacenza, della Polizia municipale, del Comando provinciale Vigili del Fuoco, del Compartimento ANAS di Bologna e del Consorzio di Bonifica Piacentino. I tecnici degli Enti suddetti hanno potuto accertare, a seguito di sopralluogo congiunto, che il livello dell’acqua presente nella cassa di espansione si è abbassato di m.1,70, grazie all’impiego contemporaneo di due idrovore  del Consorzio di Bonifica e di una terza messa a disposizione dal Comando provinciale dei Vigili del Fuoco. L’attività di svuotamento continuerà tutta la notte fino al completo esaurimento. E’ stata attivata anche l’operazione di pulizia dei tombini circostanti. Non è stata riferita alcuna ulteriore segnalazione da parte dei Vigili del Fuoco. La tangenziale Sud verrà riaperta nell’immediato, con esclusione, in via precauzionale, dello svincolo Farnesiana, che presumibilmente verrà riattivato dalle ore 6.00 di domani 14 novembre p.v.

Riapertura della tangenziale Sud

Il Servizio Protezione Civile comunica la riapertura della tangenziale Sud, con la parziale eccezione della rampa di accesso dello svincolo “Farnesiana” in direzione Le Mose che, per motivi precauzionali, rimarrà chiuso sino alle ore 6 di domani mattina. E’ questo l’esito del sopralluogo effettuato questo pomeriggio dai tecnici di Anas, del Consorzio di Bonifica e degli uffici comunali Mobilità e Protezione Civile, nel tratto stradale stamani chiuso al traffico a causa del pericolo esondazione del torrente Riello. Una decisione più tardi confermata dall’unità di crisi riunitasi alla presenza del prefetto Anna Palombi nei locali di via San Giovanni 17. Infatti, secondo i rappresentanti delle autorità preposte al controllo della viabilità, nel tratto della tangenziale Sud dallo svincolo di Corso Europa a quello con via Emilia Parmense, non sussistono più le condizioni di pericolo che questa mattina ne avevano comportato la chiusura. Il monitoraggio della situazione rimane comunque costante, anche in vista di ulteriori eventi che possano verificarsi nei prossimi giorni fino all’attenuazione delle precipitazioni.

AGGIORNAMENTO ORE 13 – La strada statale 725 “Tangenziale sud di Piacenza”, a causa del pericolo esondazione dell’adiacente torrente Riello, rimarrà chiusa in via precauzionale per l’intera giornata odierna, in entrambe le direzioni, nel tratto dallo svincolo di Corso Europa a quello con via Emilia Parmense all’altezza del centro commerciale.

Per quanto riguarda i percorsi alternativi, gli uffici comunali suggeriscono agli automobilisti diretti allo svincolo autostradale di via Cremona di percorrere il tragitto Corso Europa, via Rigolli, via Caduti sul Lavoro, strada Caorsana, mentre per coloro che rientrano in città dal casello di Piacenza Sud e che si immettono sulla SS725 l’uscita obbligatoria è quella dello svincolo di Montale.

Il monitoraggio della situazione è costante e in queste ore, nei locali della Prefettura, è in corso una riunione operativa con la Protezione Civile e il personale Anas, per valutare le azioni necessarie per il ripristino delle normali condizioni di viabilità.


AGGIORNAMENTO ORE 11 – Mentre il Po si alza lentamente con una media di due o tre centimetri all'ora, con il culmine dell'ondata di piena atteso nel pomeriggio, il problema maggiore in città è il traffico. E il Po in questo caso non c'entra. Al contrario, c'entra l'esondazione di un canale tra la Farnesiana e la tangenziale sud che ha provocato l'allagamento del sottopasso della tangenziale stessa imponendone la chiusura. Ed è probabile – secondo la Polizia municipale – che la situazione non si risolva prima di domani. I tecnici dell'Anas sono al lavoro ma i tempi comunque non sono brevi. Il traffico, dunque, si è riversato sulla città con tutte le conseguenze del caso: intasamenti e code nelle principali arterie come via Farnesiana, via Colombo e strada Caorsana. 


Il Po è alto: questa mattina è arrivato a 6,35 metri e viaggia verso i 7 metri sopra lo zero idrometrico (a cinque scatta lo stato di preallerta). Del resto non poteva non essere così visto che ieri è stata la giornata più piovosa degli ultimi quindici anni a Piacenza: 65 centimetri d'acqua in un solo giorno, record assoluto. 

Golene allagate già da ieri, dunque, e in serata è scattata la chiusura dei sottopassi cittadini, di via Nino Bixio (l'acqua l'ha invasa sotto al ponte ferroviario) e di via del Pontiere. Sempre in serata ieri è stata chiusa la tangenziale dalla Farnesiana fino alla via Emilia Parmense mentre questa mattina, dopo un'altra nottata di pioggia incessante, la Prefettura (che sta coordinando tutte le operazioni) ha disposto la chiusura del tratto nord di tangenziale da corso Europa verso il Montale e quindi verso Cremona. Traffico intenso in città, dunque, ma al momento non si registrano problemi particolarmente gravi. 

Nelle zone collinari resta l'allerta di livello 2 disposta dalla protezione civile regionale che prevede dissesti idrogeologici e potenziali rischi per la popolazione. Già oggi in tarda mattinata le precipitazioni dovrebbero attenuarsi. 

Il comunicato dell'Anas

L’Anas comunica che dalle prime ore di questa mattina è provvisoriamente chiuso, in entrambe le direzioni, un tratto della strada statale 725 “Tangenziale sud di Piacenza”, a causa del pericolo esondazione del torrente Riello, adiacente la tangenziale. Al momento l'allagamento ha interessato le rampe dello svincolo “Farnesiana”, situato circa al km 3, e potrebbe estendersi al tracciato della tangenziale.

Per il traffico in direzione Bobbio è istituita l’uscita obbligatoria allo svincolo di Via Cremona, con rientro sulla SS725 allo svincolo “Stadio”. Per il traffico in direzione autostrada l’uscita obbligatoria è allo svincolo “Farnesiana”, con rientro sulla SS725 allo svincolo “Montale”.

Questa mattina si è già svolta una riunione operativa con la Protezione Civile presso il Comune di Piacenza, cui ha partecipato il personale Anas, per valutare le azioni necessarie a mitigare l'impatto della chiusura sul traffico mattutino.

È stata invece riaperta ieri sera la variante alla strada statale 62 “della Cisa” (NSA 373) in corrispondenza dell’abitato di Collecchio (dal km 103,700 al km 107,373), in provincia di Parma. Il tratto stradale era stato provvisoriamente chiuso nel tardo pomeriggio di ieri a causa di un allagamento dovuto al maltempo.

L’Anas raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione `VAI Anas Plus`, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Gli utenti hanno poi a disposizione la web tv www.stradeanas.tv e il numero 841-148 ‘Pronto Anas’ per informazioni sull’intera rete Anas.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank