Mafia e appalti, Vigolzone firma il protocollo di prevenzione in Prefettura

E’ stato sottoscritto stamattina in Prefettura dal Prefetto e dal Sindaco di Vigolzone per la prima volta il Protocollo di intesa per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel settore degli appalti e concessioni di lavori pubblici, della durata di cinque anni.

Nel contempo il medesimo Protocollo è stato rinnovato per la terza volta, e per la medesima durata di cinque anni, con il Sindaco di Sarmato.

            I protocolli prevedono che i predetti Enti comunichino tempestivamente alla Prefettura di Piacenza, per le opportune verifiche antimafia, i dati relativi alle imprese e/o Società anche per gli appalti di lavori pubblici di importo superiore a 250.000,00 euro, per i subcontratti di lavori, forniture e servizi di importo superiore a 50.000.

Analoga previsione sussiste, indipendentemente dal valore,  nei confronti dei soggetti ai quali vengono affidati le forniture e servizi “sensibili” inerenti la realizzazione dell’opera :trasporto di materiali a discarica, trasporto e smaltimento rifiuti, fornitura e/o trasporto terra e materiali inerti, acquisizioni, dirette o indirette, di materiale da cava per inerti e di materiale da cave di prestito per movimento terra; fornitura e/o trasporto di calcestruzzo; fornitura di ferro lavorato, fornitura e/o trasporto di bitume; noli a freddo di macchinari; fornitura con posa in opera e noli a caldo ( qualora non debbano essere assimilati a subappalti ai sensi dell’art.118 d.lvo 12.4.2006, n.163), servizio di autotrasporto; guardiania di cantiere.

Sono previste anche ipotesi espresse di revoca o recesso dei contratti con le imprese qualora nei confronti delle stesse risultino, sulla base di rigorosi accertamenti, elementi di criticità.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank