Da Francesca Michielin a Jay Z

 

blank

La “teoria dei sei gradi di separazione” è un’ipotesi secondo cui qualunque persona, nel mondo, può essere collegata a qualunque altra attraverso una catena di conoscenze con non più di cinque intermediari.
Noi abbiamo trasportato questo principio alla musica e, attraverso duetti e collaborazioni, arriveremo ogni volta a collegare artisti apparentemente slegati fra loro, utilizzando il featuring dell’uno come collegamento al pezzo successivo.
Se vuoi scoprire come cantanti e gruppi così diversi fra loro sono legati attraverso le loro canzoni puoi verificarlo con noi in soli sei passi!

Nella reazione di oggi si va da Francesca Michielin a Jay Z!!!

 

Magnifico: Fedez ft. Francesca Michielin

Dopo la “sbornia” di popolarità che travolge i partecipanti di X Factor e tutti i complimenti che gli vengono rivolti   percorso, sono pochi i cantanti disposti a scommettere davvero su questi ragazzi. L’ha  fatto Tiziano Ferro con Giusy Ferreri (di cui ha prodotto il disco d’esordio) e l’hanno fatto Fiorella Mannoia e Vasco Rossi con Noemi (la prima cantando con lei, il secondo facendole da autore). Più di tutti, però, è stato forse Fedez a puntare maggiormente su una ex vincitrice del talent di Sky, duettando con lei prima ancora di diventare parte integrante dello show in quanto giudice.

Già da “Sig. Brainwash-L’arte di accontentare”, infatti, Fedez ha preso con sè Francesca Michielin in “Cigno nero”, che l’ha talmente convinto da richiamare la ragazzina che ad X Factor si era fatta conoscere per le sue interpretazioni dei Led Zeppelin anche nell’ultimo fortunatissimo “Pop-Hoolista”, in cui insieme cantano la canzone che apre la nostra Reazione a catena!

Bocciofili: Dargen D’amico ft. Fedez

Tra rapper ci si capisce, sopratutto se spesso si usa lo stesso modo ironico e disincantato per raccontare come stanno le cose, senza paura di scherzarci troppo su. Per questo Fedez e Dargen D’Amico si sono trovati. Ed è anche grazie a questo featuring (purtroppo quasi per nulla diffuso dalle radio) che la cerchia di fan di Jacopo D’Amico, in arte Dargen, il “cantautorapper” in assoluto più intelligente e divertente che al momento offra l’Italia, forse si è un po’ allargata, quantomeno tra le fan di Fedez …

La canzone è un tripudio di doppi sensi, proprio come piace a loro, e vanta uno dei ritornelli più martellanti e memorizzabili della storia della musica.

Se però questo video o il testo vi sconvolgono , sappiate che siete ancora troppo in superfice per godere a pieno di questi due, e che molte femministe prima di voi hanno già ceduto al loro fascino!

Festa Festa: Crookers ft. Fabri Fibra e Dargen D’Amico

Da Dargen D’Amico a Bot e Phra, i due italianissimi dj che hanno collaborato con gente del calibro di Kelis e Will.I.Am., e che al grande pubblico sono più noti come Crookers, il passo è breve.

Di mezzo c’è un tormentone del 2010 con Fabri Fibra (unico personaggio già noto alla Nazione) e il già citato Dargen, e un ritornello così martellante che rischia di essere riproposto a ogni party in giro per il belpaese da qui all’eternità. Ma questo è un rischio che i nostri eroi sono disposti a correre …

Day’n’night: Crookers ft. Kid Cudi

In origine era una canzone del solo Kid Cudi, uno dei rapper più talentuosi (e forse per questo meno noti ai più) della scena di Cleveland. Poi sono arrivati i Crookers a metterci le mani. E meno male, aggiungo io, perché il pezzo ne ha guadagnato in salute e popolarità, ed è diventato decisamente più immediato per tutti. Per curiostà, comunque, potete cercare la versione originale del solo Kid e fare le vostre valutazioni a riguardo.

Erase me: Kid Cudi ft. Kanye West

Mgmt, David Guetta, Rihanna, Common … questi sono solo alcuni dei grandi nomi con cui Kid Cudi ha avuto modo di collaborare nella sua carriera. Ma sicuramente uno dei più importanti è proprio Kanye West, che ritroviamo con lui nella 5° canzone della nostra reazione di oggi. Sono stati uno ospite dell’altro nei rispettivi dischi. Insieme hanno inciso “Make her say”, “All of the light” e “Welcome to heartbrake”, ma il pezzo più bello in assoluto in cui i due cantano insieme, a parere di chi scrive, è decisamente questa bellissima “Erase me”.

No church in the wild: Kanye West ft. Jay Z

Sono in assoluto i due rapper più potenti del mondo e, nonostante questo, non solo non si odiano ma sono anche grandi amici. O almeno, così sembrava quando, insieme, hanno creato “Watch the throne”, l’album che già dal titolo lasciava intendere la loro consapevolezza su chi nella scena mondiale detenesse il potere, e che li ha visti collaborare a ben 12 pezzi.

Uno dei più belli è sicuramente questo “No church in the wild” (per gli amanti di X Factor: sì, quello cantato anche da Madh con tanto di corpo di ballo pseudotribale alle spalle) in cui compare anche una bellissima sorpresa che arriva dal mondo del soul e che risponde al nome di Frank Ocean.

Se ancora questo nome non vi dice niente non vi preoccupate … avremo modo di conoscerlo molto presto!

Da Francesca Michielin a Jay Z: passando per Fedez, Dargen D’Amico, Crookers, Kid Cudi e Kanye West

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank