I piacentini si mobilitano per la Colletta Alimentare

Anche Piacenza si mobilita per la diciottesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare.

Sono 58 i punti vendita cittadini presso i quali chi fa abitualmente la spesa (e sabato è giornata di “spesa grossa”) potrà comprare qualcosa da donare a chi è più povero: pasta, riso, olio, passata di pomodoro o pomodori pelati, biscotti, scatolame vario ma anche alimenti per l’ infanzia, purchè a lunga conservazione.

L’ edizione 2014 si preannuncia potenziata rispetto a quella dello scorso anno, con un maggior numero di  punti vendita aderenti e di volontari che partecipano attivamente a questa iniziativa che nel 2013 aveva raccolto solo a Piacenza e provincia oltre 67 tonnellate di cibo, distribuito a 14 strutture accreditate e 4775 persone bisognose, assistite dalle strutture.

Nel 2012 erano state raccolte oltre 72 tonnellate e nel 2013, colpa della crisi galoppante, il risultato ha fatto registrare un calo. L' auspicio per tutti è che nel 2014 si riesca a incrementare il numero di generi alimentari raccolti.

In tutta Italia saranno impegnati oltre 135.000 volontari della Fondazione Banco Alimentare Onlus, in oltre 11.000 supermercati, che inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione che verranno distribuiti a 8.898 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.) che aiutano oltre 1.950.000 persone povere. 

La povertà purtroppo è in costante aumento: un italiano su dieci soffre di povertà alimentare e in soli sette anni la povertà assoluta è quasi triplicata, passando da 2,4 milioni di persone nel 2007 a 6 milioni di poveri nel 2013.

Si tratta di persone incapaci di sostenere la spesa minima per alimentazione, casa e vestiti. 

La fame in Italia è un’emergenza che non si può ignorare. Come ricordato più volte anche da Papa Francesco tutti hanno diritto ad avere accesso ad una alimentazione adeguata, si tratta di un bisogno primario. E tutti possono fare qualcosa.

Oggi in particolar modo si potrà contribuire, attivamente, riempiendo una delle borse gialle che verranno distribuite all’ ingresso dei supermercati piacentini dai volontari, a fianco dei quali ci saranno anche gli immancabili Alpini, sempre presenti quando c’è da fare del bene, ed esponenti di altre associazioni di volontariato.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank