Magic In The Moonlight – Woody Allen

blank

Questa settimana vi porto al cinema con Magic in the Moonlight, l’ultimo film di Woody Allen.

blank

Commedia statunitense della durata di 98 minuti che dal 4 dicembre sarà in tutte le sale cinematografiche.

L'illusionista cinese Wei Ling Soo è il più celebrato mago della sua epoca, ma pochi sanno che il suo costume cela l'identità di Stanley Crawford, uno scorbutico ed arrogante inglese con un'altissima opinione di sé e un'avversione per i finti medium che dichiarano di essere in grado di realizzare magie. Convinto da un suo vecchio amico, Stanley si reca in missione nella residenza della famiglia Catledge, in Costa Azzurra: Grace la madre, Brice il figlio e Caroline la figlia. Si presenta come un uomo d'affari per smascherare la giovane ed affascinante chiaroveggente Sophie Baker. Già dal suo primo incontro con Sophie, Stanley la taccia di essere una mistificatrice facile da smascherare. Ma, con sua grande sorpresa e disagio, Sophie si esibisce in diversi esercizi di lettura della mente che sfuggono a qualunque comprensione razionale e che lasciano Stanley sbigottito.

Woody Allen, con questa pellicola, torna in Europa. Dopo Londra (Match Point, Scoop), Roma (To Rome with Love), Barcellona (Vicky Cristina Barcelona e Parigi (Midnight in Paris) ora decide di ambientare il suo ultimo lavoro nel sud della Francia fra Costa Azzurra e Provenza. La storia è collocata negli anni ’20 e tutto ci riporta indietro nel tempo, anche la musica che si amalgama perfettamente con la trama. Il brano con cui si apre il film è You Do Something To Me di Cole Porter.

Come sempre nel cinema di Woody Allen bisogna prestare molta attenzione ai dettagli e a ciò che in un primo momento sembrerebbe marginale, perché potrebbe essere proprio lì celato il senso del film.

Magic in the Moonlight, come dice il titolo stesso, parla di magia. Non è la prima volta che questo elemento compare nei suoi film, basti ricordare New York Stories, Scoop, Stardust Memories. La magia la fa da padrona, tira le fila della trama, aiuta anche l’elemento comico ma alla fine resta sempre la scelta il tema principale tanto caro a Allen. In questo caso la scelta tra la vita vera e la sua illusione. Ma troverà il nostro protagonista una risposta? O come sempre il regista si porrà nuove domande?

I protagonisti di questa commedia romantica sono Colin Firth e Emma Stone. Coppia inedita ma sicuramente convincente.

Il film è stato girato nel 2013 ed è uscito nelle sale cinematografiche statunitensi il 15 agosto 2014 dove è stato vietato ai minori di 13 anni per la presenza di fumo eccessivo e commenti inappropriati.

Se volete ulteriori informazioni vi rimando al sito ufficiale del film www.sonyclassics.com/magicinthemoonlight/

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank