Omicidio in Brasile, la polizia analizza computer, telefono e agenda di Gaia

Omicidio di Gaia Molinari, la polizia ha restituito al consolato italiano di Recife gli effetti personali della 29enne piacentina trovata senza vita il 25 dicembre a Jericoacoara. Tutto tranne il computer portatile, il cellulare e un’agenda. La polizia brasiliana, infatti, spera di recuperare informazioni utili all’inchiesta all’interno di questi tre oggetti. In particolare gli inquirenti stanno cercando di approfondire i dettagli dell’amicizia tra Gaia e Miriam Franca, la ragazza di 31 anni che avrebbe accompagnato la piacentina in un breve viaggio e che pochi giorni fa è stata arrestata dopo aver fornito dettagli contrastanti nel corso di un interrogatorio. Le due ragazze si sarebbero conosciute in un ostello di Fortaleza e sarebbero approdate a Jericoacoara il 21 dicembre: la polizia sospetta che Miriam possa aver teso una trappola alla 29enne con la complicità di una seconda persona.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank