Poetry break e una grande storia d’amore

La puntata di Poetry Break del 18 gennaio è dedicata a una grandissima poetessa dell’ottocento: Elizabeth Barrett Browning.
Bruna, ipocondriaca per gran parte della sua vita, bambina prodigio e divoratrice di libri, affascinata dalla politica, incredula sempre sulla possibilità che qualcuno potesse amarla veramente, ha cominciato a “vivere” e a viaggiare tardissimo e ha avuto più rapporti amichevoli virtuali che reali per gran parte della sua vita.
Ha vissuto diverse condizioni economiche e sociali all'interno della sua famiglia, ha fatto tanti traslochi idealizzando però sempre la sua prima casa e la sua infanzia dorata dove viveva con un padre terribile e geloso. Poi arrivò Robert Browning, un altro grandissimo poeta, nella sua vita che le scrisse una lettera affascinato dalle sue poesie. Il risultato fu che Elizabeth scappò con lui a Firenze, combattendo le sue paure e la sua debolezza fisica e si stabilirono nella bellissima Casa Guidi che è un monumento al loro amore, amore che ha ispirato film e pièces teatrali.

blank

Ecco un brano tratto dal libro di poesie di Elizabeth “Sonetti dal portoghese” letto dalla calda voce di Anna Rosa Zanelli.

In quanti modi ti amo?

In quanti modi ti amo? Fammeli contare.
Ti amo fino alla profondità, alla larghezza e all'altezza
Che la mia anima può raggiungere, quando partecipa invisibile
Agli scopi dell'Esistenza e della Grazia ideale.
Ti amo al pari della più modesta necessità
Di ogni giorno, al sole e al lume di candela.
Ti amo generosamente, come chi si batte per la Giustizia;
Ti amo con purezza, come chi si volge dalla Preghiera.
Ti amo con la passione che gettavo
Nei miei trascorsi dolori, e con la fiducia della mia infanzia.
Ti amo di un amore che credevo perduto
Insieme ai miei perduti santi, – ti amo col respiro,
I sorrisi, le lacrime, di tutta la mia vita! – e, se Dio vorrà,
Ti amerò ancora di più dopo la morte.

Questa poesia è popolarissima nel mondo anglosassone ed è stata letta da svariate grandi attrici e persino da Lucy del famoso peanuts Charlie Brown e simbolo della poesia d'amore al femminile.

Elizabeth, che prima dei quarant'anni a stento era uscita di casa, riuscì a dare anche un figlio a Robert, suo grande amore, di nome Pen, nato e cresciuto in italia. Un altro lato curioso di questa grande poetessa è che partecipo attivamente alla causa del Risorgimento Italiano tenendo contatti con diversi patrioti nella sua casa di Firenze.

A livello personale sono molto legata a EBB (come si firmava la poetessa) e ho organizzato una commemorazione in suo onore a Casa Guidi nel 2011 in coincidenza con i 150 anni dell’Italia Unita e della sua morte, avvenuta immediatamente dopo la morte di Cavour che lei ammirava tanto. Sono contenta che Poety break mi abbia dato l’occasione di farvela conoscere.

A questa poesia ho abbinato una canzone molto famosa, I will always love you cantata dalla compianta grandissima Withney Huston, colonna sonora del film The Bodyguard. Un altro splendido è complicato personaggio dell’arte scomparsa tragicamente, la cui voce cristallina interpreta splendidamente i sentimenti e le passioni delle donne.

Grazie a Poetry break che mi ha permesso di parlarvi di queste splendide “voci” femminili. Alla prossima!

 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank