Ricatti, ritorsioni e furti: parcheggiatori abusivi, incubo dei pendolari

"Garantire sicurezza, denunciare ed espellere i delinquenti. "Da mesi si assiste alla continua questua molesta da parte di due extracomunitari ai danni dei numerosi pendolari piacentini nel parcheggio di viale Sant'Ambrogio". Lo afferma Massimo Polledri, consigliere comunale a Piacenza. "Dopo i fatti della tentata violenza su una donna nel novembre scorso – prosegue – avevamo avuto promesse da parte del Sindaco di Piacenza: telecamere e controlli. Ma al mattino e sotto sera i piacentini,  soprattutto le donne, si sono trovati di fronte i due uomini che, in malo modo, chiedevano soldi. A chi non li dava toccava trovarsi la macchina o derubata o sfregiata" continua Polledri. "Coincidenze, ovviamente".
E prosegue l'ex onorevole del Carroccio: "E' capitato anche ad una coraggiosa piacentina che, per non cedere alle richieste, si è trovata derubata per due volte, nella autovettura, compreso il seggiolino del bambino. Dopo tanti mesi in cui non ha avuto risposta la coraggiosa cittadina è tornata alla carica e, aiutata anche dalla polizia municipale, in ultimo, ha sporto denuncia anche per estorsione". 
Polledri si chiede polemicamente che fine abbiano fatto le autorità di sicurezza: "Possibile che non si possano rimpatriare simili persone? Una delle quali, peraltro, dovrebbe essere a Piacenza coccolata ed assistita come rifugiato dalla Libia?".
Per tali motivi il consigliere leghista ha presentato un'interrogazione al sindaco Paolo Dosi. Infine ci tiene a ringraziare la coraggiosa cittadina: "Ora la legge e le autorità facciano almeno il minimo indispensabile. Non lamentiamoci poi se i piacentini sono esasperati e non sofistichiamo sul senso di sicurezza non adeguato alla realtà". 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank