“La vita è un viaggio”. Beppe Severgnini in scena al Verdi di Fiorenzuola

La stagione di prosa del teatro Verdi prosegue sabato 14 febbraio (ore 21) con lo spettacolo “La vita è un viaggio”, liberamente ispirato ai libri “La vita è un viaggio” e “Italiani di domani” (ed.Rizzoli) di Beppe Severgnini.

blank

In scena, l’autore stesso, nei panni di un professionista cinquantenne bloccato (causa cancellazione dei voli) all’aeroporto di Lisbona per una notte intera. Insieme a lui un’attrice ventottenne (interpretata da Marta Isabella Rizi). L’aeroporto deserto e il lungo tempo da far trascorrere vincono l’istintiva diffidenza tra i due, accomunati a loro insaputa dal fatto di trovarsi in un momento delicato della propria vita, che richiede una scelta fondamentale sul futuro.

Per partire non servono troppe parole: ne bastano venti, come i chilogrammi consentiti per il bagaglio in aereo (classe economica). Due viaggiatori, un uomo maturo e una giovane donna, si incontrano in un non-luogo: un piccolo aeroporto, dove restano bloccati la notte, in seguito alla cancellazione di un volo.

Non si conoscono. All’inizio si studiano, forse diffidano uno dell’altro. Lui teme di essere paternalista; lei, ingenua. Lui spiega, lei ascolta. Lei chiede, lui risponde. Poi l’intimità forzata cambia i rapporti: i due scoprono di aver molto viaggiato, discutono di arrivi, partenze e bagagli. Poi ragionano di talento e tenacia, tempismo e tenerezza. Scoprono che aver paura – nella vita, nel lavoro – è inevitabile: e forse è giusto. Parlano di brevità e precisione, qualità indispensabili in questi tempi affollati. Dell’importanza di trovare guide e punti di riferimento. Della saggezza di trovare soddisfazione nelle cose semplici. Parlano di atteggiamenti, comportamenti, insidie da evitare e consolazioni a portata di mano. Di ciò che ci si porta dietro e di quello che si potrebbe abbandonare. Di quello che si abbandona e invece ci si dovrebbe portare dietro. Il tempo scorre, la notte passa. Finché arriva il momento di partire: ognuno per la propria destinazione, che forse diventa la stessa.

Per informazioni, prenotazioni e l’acquisto dei biglietti è possibile contattare l’Ufficio del Teatro “Inform’Arti” – Via Liberazione – 29017 Fiorenzuola d’Arda (Pc), Tel 0523/985253 – 989250 (dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 12.30 e nei giorni di spettacolo dalle 19.30).

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank