Poetry Break – A tutte le donne di Alda Merini #Otto marzo

Buona Festa della Donna da Poetry Break!! Per festeggiare assieme agli ascoltatori di Radio Sound questa ricorrenza abbiamo scelto ancora una volta una delle nostre poetesse più significative, Alda Merini. Un'artista e una donna con la d maiuscola, che nonostante le difficoltà della vita ha saputo levare una voce bella, potente e sensibilissima.

blank

Ricordo a tutti gli spettatori un evento che si svolgerà a Piacenza presso il Piccolo Museo della Poesia “Incolmabili fenditure”, in Piazzetta della Pace 5 a pochi passi da Piazza Duomo, dal titolo “La Poesia dellle Donne”. Interverranno tante autrici piacentine. Saranno presenti:

Anna Botti, Giusy Cafari Panico, Renza Dealberti, Sabrina De Canio, Carla Delmiglio, Maddalena Freschi, Lucia Fornaini ,Enrica Lisoni , Maria Teresa LazzaraVerdiana Maggiorelli , Bruna Milani, Barbara Petruzzi, Doriana Riva,

Ogni autrice sarà chiamata a leggere oltre ad una sua lirica, una testimonianza di autrici celebri di altre epoche o paesi, a sottolineare un legame tra presente e passato, tra Italia e altre realtà geografrche, in una comunione di sentimenti e di intenti per simboleggiare il connubio donna-poesia nella vita e nell'arte.

Ecco la poesia di Alda, che rieccheggia in pochi versi la storia della donna dalla creazione ad oggi: peccatrice dell'Eden in quanto tentatrice di Adamo ma matrice di paradiso come Maria. Discriminata, umiliata spesso nella storia e anche ora, in tanti modi, ma capace lo stesso di provare compassione ed empatia, con la sua forza materna, immensa come quella di madre terra.

 

A tutte le donne

Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso
sei un granello di colpa
anche agli occhi di Dio
malgrado le tue sante guerre
per l'emancipazione.
Spaccarono la tua bellezza
e rimane uno scheletro d'amore
che però grida ancora vendetta
e soltanto tu riesci
ancora a piangere,
poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,
poi ti volti e non sai ancora dire
e taci meravigliata
e allora diventi grande come la terra
e innalzi il tuo canto d'amore.

Alda Merini

 

 

A questa poesia è naturale abbinare una canzone straordinaria dedicata dal grande John Lennon che ha scritto per sua moglie Yoko Ono, ma rivolta a tutte le donne del mondo, il cui testo tradotto vi riporto qui di seguito.

 

Woman =Donna (John Lennon)

Donna, faccio fatica a esprimere
Le mie emozioni contrastanti
Nei confronti della mia sventatezza
Dopotutto ti sono sempre debitore
E, donna, cercherò di esprimere
I miei intimi sentimenti e la gratitudine
Per avermi mostrato il significato del successo
Donna, so che tu comprendi
Il bambino che è nell’uomo
Ti prego, ricordati che la mia vita è nelle tue mani
E donna, tienimi stretto al tuo cuore
Anche se siamo distanti, non separiamoci
Dopotutto è scritto nelle stelle
Oh, bene bene, du du du du du
Oh, bene bene, du du du du du
Bene
Donna, lascia che mi spieghi
Non ho mai avuto intenzione di darti dispiacere o dolore
Allora lascia che ti ripeta
Ti amo, si, si
Ora e per sempre

 

Buona festa della donna, che è una poesia vivente, da rispettare non solo in questo giorno, ma in tutti i giorni dell'anno. Alla prossima da Poetry break!

 

 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank