Basket in carrozzina, stop per la Bulla Basket: il successo è di Bologna

BULLA BASKET    56
CIRCOLO DOZZA BOLOGNA    62
(13-15; 31-31; 45-49)

BULLA BASKET: Zeni, Preka, Botti 11, Magro S 9, Magro M 29; Farias 3, Oddi 2, Lago 2. Ne: Laurini, Rodiani, Petesi. All.: Elisa Cotella

CIRCOLO DOZZA BOLOGNA: Avasilichidae 3, Forcione 2, Ahmethodzic 20, Cancilleri 6, Duduianu 6; Ligorio 25, Saldutto, Sarti, Corso. All.: Bedin

ARBITRI: Graziani e Ferrini
VILLANOVA D’ARDA La prestazione da urlo di Marco Magro, top scorer dello scontro diretto con Bologna momento clou dell’appuntamento di chiusura del girone di ritorno, non è sufficiente alla Bulla Basket per superare la coriacea resistenza degli ospiti e regalare l’ultima soddisfazione casalinga al pubblico piacentino. La squadra di Elisa Cotella interrompe alla sesta giornata la striscia vincente della seconda parte della regular season facendo evaporare le residue speranze di qualificazione alla finale promozione. Quelli della Bulla (21/76 da due, 1/3 da tre, 11/18 ai liberi) registrano una sconfitta di misura, la prima nel ritorno, in una gara caratterizzata da tanta intensità di gioco grazie anche all’elevato livello tecnico: è il terzo stop stagionale (a fronte di 11 vittorie) che chiude definitivamente i giochi in campionato. Incerto e molto combattuto, il confronto con Bologna viaggia sul filo dell’equilibrio fin dalla palla a due. La Bulla assiste a dovere Marco Magro, imprendibile per la difesa bolognese, e rimane in scia agli avversari firmando il pareggio sul suono della sirena dell’intervallo lungo grazie a un pazzesco arcobaleno da metacampo di Botti, “anema e core” del gruppo piacentino. L’energia difensiva della Bulla non basta però a contenere la verve di Ahmethodzic e Ligorio, i due uomini di punta di Bologna che si alternano nel bruciare la retina piacentina. Viaggiando a stretto contatto di gomito anche nel terzo periodo sono i piccoli particolari a fare la differenza: Bologna prende un leggero margine di vantaggio, la Bulla Basket insegue da vicino alla terza sirena. La palestra “A.Saitta” fatica a contenere il calore del tifo per i piacentini, impegnati a dare il massimo nell’ultimo quarto di gioco, sempre in leggero ritardo rispetto agli ospiti. Canestri, palle recuperate, rimbalzi si alternano con frequenza sul parquet con Bologna implacabile nel non lasciare chance di rientro alla Bulla Basket. I ragazzi di Elisa Cotella giocano con il cuore in mano negli ultimi giri di lancette per ribaltare l’inerzia di una contesa che, complici un paio di soluzioni beffardamente sputate dal ferro, rimane nelle mani di Bologna fino alla sirena conclusiva.
La contemporanea vittoria su Imola qualifica però Parma, forte del 2-0 negli scontri diretti con Bologna, alla finale promozione in programma sabato e domenica prossimi (28 e 29 marzo) proprio nella città ducale. Il girone che promuove in serie A le prime due classificate include le vincenti degli altri tre gironi della serie B: Brescia, Sassari e Lecce.

Gli altri risultati della settima giornata di ritorno: Vicenza-Padova 52-39; Parma-Imola 68-37; Firenze-Verona 45-48.

La classifica: Parma, Bologna 24; Bulla Basket 22; Vicenza 18; Imola, Padova 10; Verona 4; Firenze 0.

Luca Mallamaci (addetto stampa Regìa Basket)

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank