La Bakery riapre il sogno salvezza: i biancorossi la spuntano con Tortona

La Bakery Piacenza aveva un solo risultato utile per continuare a sperare nella salvezza. Al termine di 40’ intensissimi i biancorossi colgono il successo ai danni della Orsi Tortona: finisce 85-83 . Esito che consente a Rombaldoni e compagni di tornare virtualmente a -2 da Matera, impegnata domenica pomeriggio contro Reggio Calabria.
La formazione del presidente Marco Beccari inizia le ostilità a mille, sfoderando il miglior primo quarto di tutta la stagione per intensità, concretezza realizzativa, solidità difensiva e spirito di squadra. Basti pensare che dopo il monologo dei primi 10’ i locali conducono 35-15. Poi il recupero dei bianconeri che tra il secondo ed il terzo quarto chiudono il gap, costringendo addirittura la Pallacanestro Piacentina a rincorrere.  Un duro colpo per il morale, che però non impedisce alla truppa di Sodini di ritornare in campo con il coltello tra i denti nell’ultimo quarto. Piacenza soffre fino all’ultimo centesimo di secondo, ma la spunta grazie anche agli ottimi Sorokas e Infante, che hanno condotto gran parte della finalizzazione offensiva della squadra.
Prossimo impegno sabato 4 aprile, ore 20:30 contro Reggio Calabria.

blank

Il tabellino:
Piacenza: Rombaldoni 10, Stefanini 6, Sorokas 25, Gasparin 12, Infante 18, Galli 5, Ziotti, Rossetti  9, Mazzocchi. NE Di Giorgio. All Sodini.

Tortona: Rotondo 11, Simoncelli 12 Crockett 10. Tavernari 8, Galloway 17, Gioria, Venuto, Losi 18, Valenti 5. NE Strotz. All.  Cavina

 

Il Film della partita

La Bakery Piacenza scende in campo con Robaldoni, Stefanini, Sorokas, Gasparin e Infante. Gli ospiti rispondono con Rotondo, Simoncelli, Crockett, Tavernari e Galloway.
Di fonte ad un pubblico incandescente  i biancorossi iniziano come meglio non si potrebbe inanellando una serie di 9 -0 in poco più di 2’ con Sorokas, Infante e Rombaldoni a segno. Il ritmo dei locali è davvero forsennato e le armi offensive dei bianconeri si infrangono contro l’attenta difesa schierata da coach Sodini.
Sorokas fa 3/3 dalla lunetta e dona nuova linfa alla fuga biancorossa (16-4).  Un monologo del team dei Beccari che gioca una delle frazioni più belle di tutto il campionato. Infante è davvero incontenibile. A Piacenza riesce tutto, a Tortona praticamente e nulla: così si spiega il nettissimo 36-15 con cui si chiudono i primi 10 minuti di gioco.

Nel secondo quarto Infante e Galli rintuzzano il vantaggio e Rossetti si affida all’artiglieria pesante per il 43-19. A 5’ dalla sirena dell’intervallo lungo però è Sodini a fermare il gioco sul 43-25: il tecnico vuole spezzare subito le velleità di rimonta ospiti.
Stefanini, rientrato in campo, schiaccia a canestro un filtrante di Rombaldoni. Tortona però non ci sta, agevolata da un antisportivo ritorna a -13 (45-32). Poco più tardi è Rotondo a riaprire definitivamente una gara che sembrava già chiusa 45-37. Il finale è tutto bianconero. Si va negli spogliatoi sul 48-40.

Terzo quarto: Polveri bagnate per i due attacchi nei primi 2. Simoncelli rompe gli indugi. Poi Tortona trova la tripla di Galloway ed impatta sul 48-48. Piacenza prova a restare in partita e si aggrappa ad Infante 52-50. A metà frazione i locali conducono i un punto. Sorokas non fallisce dalla linea della carità e Galli lo imita (57-54). Tortona sorpassa sul più bello e chiude con tre lunghezze di vantaggio che hanno il sapore di beffa 61-64: parziale di 24-13 per i bianconeri.

Ultimo quarto: per la prima volta nella gara Piacenza è costretta a rincorrere, ma non si arrende e si riporta in carreggiata sul 65-64 con la schiacciata di Sorokas. Ora la partita è bellissima. Gasparin affonda il colpo dai 6 e 75, il PalaBakery ringrazia (68-64). Capitan Rombaldoni rincara la dose.  A 5’ dal termine la Bakery è avanti 72-66. Simoncelli si inventa una tripla pesantissima e sul 72-71 Sodini è costretto ancora a chiamare timeout. Infante prende per mano la squadra: prima sigla due liberi, poi vai in penetrazione (76-71).  Gasparin trova la forza di appoggiare ancora a canestro, dopo una gara di grande generosità. All’ultima sirena è il team di Beccari a portare a casa i 2 punti dopo un soffertissimo e meritato successo per 85-81.

 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank