Scafati condanna la Bakery alla retrocessione in serie B

Non ce l’ha fatta la Bakery Piacenza ad evitare la matematica retrocessione in serie B. Di fronte al calorosissimo pubblico di casa i ragazzi di Sodini si arrendono per 59-77 a Scafati e dicono definitivamente addio alle speranze di salvezza con una giornata d’anticipo. I locali privi di Rombaldoni giocano alla pari con in gialloneri per 20’. Poi un vistoso calo dopo l’intervallo lungo ed il tiro dalla distanza che non è mai stato costante, per usare un eufemismo (solo 3 /16 per Piacenza), hanno certamente agevolato gli ospiti. Scafati ha preso il largo  con Simmons, Sanguinetti e Ruggiero.
Commovente l’applauso del PalaBakery alla squadra nonostante l’esito negativo della stagione. Da questo pubblico la Pallacanestro Piacentina dovrà ripartire per ricostruire il proprio futuro.

blank

Tabellino:
Bakery Piacenza – Givova Scafati 59-77
Piacenza: Galli 9, Stefanini 4, Sorokas 13, Gasparin 13, Infante 17; Rossetti 3, Mazzocchi. NE Sebastiani, Di Giorgio. All Sodini

Scafati: Ghiacci 11, Ruggiero 16, Simmons 15, Evans 13, Spinelli, Zaccariello 2, Bisconti 4, Sanguinetti 16 Ne Di Palma e Lestini. All. Finelli

In avvio di partita Sodini si affida a Galli, Stefanini, Sorokas, Gasparin e Infante. Scafati risponde con Ghiacci, Ruggiero, Simmons, Evans e Spinelli.

Primo quarto: break di 6-0 degli ospiti nel giro di 2’, poi Gasparin trova il primo canestro di Piacenza. Milo Galli con una grande azione personale impatta (6-6).  Le difese prendono il sopravvento  e dopo 5’ (8-8). Gasparin appoggia a canestro il primo vantaggio locale della partita. A 3’ dalla fine del quarto viene espulso  Spinelli e i biancorossi capitalizzano dalla linea della carità con Sorokas che fa 4/4 (14-8). La frazione si chiude 16-12.

Secondo quarto: il quarto si apre con una tripla di ghiacci che vale il sorpasso di Scafati 16-17 e Sodini interrompe subito il gioco. Il trend non cambia e Zaccariello chiude un break di 9-0 per gli ospiti (16-21).
Nei primi 4’ della frazione i locali non trovano la via della retina, poi Infante interrompe il digiuno. Ruggiero però risponde dai 6 e 75 (18-26). Scafati prova la fuga (20-29), ma Piacenza ricuce con Sorokas e Gasarin ed Infante (26-29). Nonostante un Gasparin superlativo sono ancora i campani a condurre: alla sirena dell’intervallo lungo il punteggio dice 31-34.

Terzo quarto: Piacenza torna in campo con Galli, Stefanini, Infante, Gasparin e Rossetti.  L’avvio è veramente da incubo per i ragazzi di Sodini. La Givova allulga sul 33-44 con Simmons ed Evans a spaccare in due la partita. A 5’ dalla fine della frazione i gioalloneri sembrano irrangiungibili (35-49). Piacenza non riesce a recuperare nel finale. Alla sirena i biancorossi sono sotto 43-56: per la salvezza serve un miracolo. Ai biancorossi è mancato il tiro da 3 punti: solo 1/12 fino a qui.

Quarto quarto: Infante trova canestro  fallo, poi Givova viene punita con il tecnico (il quarto della partita per gli ospiti). Infante riapre la partita (51-58). Tripla di Sanguinetti e Sodini corre ancora ai ripari 51-64. Ancora 5’ minuti per le speranze dei biancorossi, che però hanno 11 lunghezze di ritardo da Scafati. Una tripla di Rossetti risveglia i compagni (56-66). L’impresa non riesce finisce 59-77 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank