La farmacista rapinata: “Ho temuto per i tre studenti che l’hanno disarmato”

“Una scena impressionante, vedere quei coraggiosi ragazzini bloccare il ladro è stata una scena davvero impressionante”. E’ il racconto della dottoressa Laura Corna, titolare della farmacia Dante nell’omonima via dove questa mattina, martedì 14 aprile, un uomo sulla cinquantina ha fatto irruzione con il volto coperto da un passamontagna, si è diretto alla cassa e ha arraffato alcune centinaia di euro per poi fuggire. All’esterno, però, l’uomo si è imbattuto in una classe di liceali che in quel momento stava uscendo dalla palestra dove aveva seguito la lezione di educazione fisica. Tre studenti di 17 anni, notando l’uomo scappare e le farmaciste gridare, hanno intuito ciò che stava accadendo e senza pensarci due volte hanno placcato il malvivente bloccandolo a terra e togliendogli dalla tasca un coltello. In quel momento passava una pattuglia della polizia municipale che, richiamata dai ragazzi, ha accostato e ha arrestato il bandito.

 

    AUDIO: Domizioano Cianci, 17enne placca il rapinatore

 

“Il bandito non ha estratto il coltello nel momento della rapina – racconta la dottoressa Corna – e quando ho visto i ragazzi che gli toglievano dalla tasca l’arma sono rabbrividita: è andata bene e non smetterò mai di ringraziarli, ma hanno rischiato davvero tanto, l’uomo poteva reagire in modo molto violento. Sono stati davvero molto coraggiosi”.

 

    VIDEO: Immagini videosorveglianza

 

Anche all’interno della farmacia, comunque, il bandito non ha avuto vita facile: “E’ stato subito ostacolato da alcune mie colleghe con cui è nata anche una sorta di colluttazione, una delle quali a un certo punto ha addirittura sollevato il passamontagna dal volto dell’uomo. Si trattava di un uomo sulla cinquantina, credo italiano dal momento che a un certo punto ha gridato di aprire la cassa con una parlata corretta”.

 

   IL PLAUSO DELL’ASSESSORE ALLA LEGALITA’ LUIGI GAZZOLA

 

Attimi di panico anche per la presenza di una donna con il figlio di 6 anni appresso: “Improvvisamente la madre si è sentita male, si è accasciata al suolo e noi le abbiamo prestato le prime cure del caso. Il bimbo nell’assistere alla scena si è spaventato e ha iniziato a piangere. E’ la prima volta che ho vissuto in prima persona una rapina, ma come ho detto, il momento più spaventoso è stato proprio quando i ragazzini hanno bloccato il bandito, temevo che potesse finire male”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank