Mia madre. Il film autobiografico di Nanni Moretti

Questa settimana protagonista di soundciak l’ultimo film di Nanni MorettiMia Madre

Nanni Mortetti torna sul grande schermo con un film fortemente autobiografico che sarà in gara al Festival cinematografico di Cannes che si terrà dal 13 al 24 maggio. Il film è stato Prodotto con Domenico Procacci, insieme a Le Pacte – ARTE France Cinéma e a Rai Cinema.

Margherita è una regista. Sta girando un film sul mondo del lavoro, di cui ha chiamato come protagonista un eccentrico e bizzoso attore americano. Ma Margherita ha anche una madre ricoverata in ospedale, che assiste assieme al fratello Giovanni, fratello e figlio perfetto che è sempre un passo avanti a lei. La madre di Margherita e Giovanni, dicono i medici, non ha molto tempo. Tra le riprese di un film che si rivelano più complicate del previsto, una figlia 13enne con problemi col latino (quello stesso latino che insegnava la madre), e il dolore per un lutto che si sa imminente e non si sa come gestire, Margherita confonde realtà, sogno, ricordo e deve trovare la sua strada in tutta quella sofferenza.

Ecco il dodicesimo film del regista romano e come dice il critico cinematografico Gianni Canova questo è anche un “film sui mestieri del cinema. Ci sono tutti, e si vedono all’opera: non solo regista e attori ma anche costumista, truccatrice, segretaria di produzione, sceneggiatore, aiuto regista, produttore esecutivo, direttore della fotografia, e via dicendo. Manca solo il musicista, l’autore della colonna sonora.” Un lungometraggio che nasce da uno spunto autobiografico: la morte della mamma di Nanni Moretti, Agata (insegnante di latino molto amata anche dai suoi ex allievi) proprio mentre il regista era sul set di Habemus papam. 

Margherita Buy è la protagonista del film. E’ l’alter ego di Moretti. mentre per se ha ritagliato il ruolo di fratello della protagonista. Il regista ha infatti detto "Come caratteristiche e senso di inadeguatezza mi ritrovo più nel personaggio di Margherita che nel mio. Volevo dare caratteristiche maschili a un personaggio femminile".
Abbiamo poi Giulia Lazzarini che interpreta il ruolo della madre, mentre John Turtutto è un attore straniero imprevedibile con vuoti di memoria che portano nel film un po’ di comicità. 106 minuti di film che Nanni Moretti non affida a musiche originali, anzi ritroviamo 2 pezzi da novanta come “Baby’s Coming Back to Me” di Jarvis Cocker il cui testo si adatta perfettamente alla sceneggiatura,  e la splendida “Famous Blue Raincoat” di Leonard Cohen

Per ulteriori info sul film vi rimando al sito http://www.01distribution.it/ e alla pagina facebook ufficiale “Mia Madre film”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank