Tal dig in Piasintein: L’ültim guss

Torna l'appuntamento con la poesia dialettale di Anna Botti che, questa volta, vede protagonista un uomo ai margini della società che trova conforto alla propria solitudine in una bottiglia di vino.
Lo stesso personaggio di cui cantava Lucio Dalla in "Piazza Grande". Lo stesso che ogni città trova accovacciato in un angolo delle proprie strade.

blank

Di seguito un estratto della poesia, mentre nel podcast il testo completo recitato.
 

L’ültim guss
 

Dü occ’ immobil e dasprä
d’una giuvinëzza cunsümä
e l’ünich calur da strëinz in man
una buttiglia da sculäm pian pian.
In dla mé esisteinza in bianc e negar
l’ünich culur l’è ‘l russ ad cull vedar.
Sum gnan bon d’imbariagäm,
g’ho pena vöia d’indurmintäm,
un segn ad cruz, passä via d’un tratt,
cattä sö stu vüdàm e fämna dasbratt.

 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank