Notte dei Musei 2015: programma ricco di arte, jazz e storia

Arte, storia, stelle, jazz, laboratori e visite guidate: programma davvero ricchissimo per la Notte dei Musei 2015, iniziativa europea che coinvolgerå Piacenza tra il 16 (con la maggior parte dell'offerta complessiva) ed il 17 maggio.
L'assessore comunale alla Cultura, Tiziana Albasi, ha evidenziato come il calendario si sia sostanziato in un'ottica ottimizzata per i visitatori ed i turisti. La dirigente dei Musei Civici, Antonella Gigli, ha illustrato le iniziative di Palazzo Farnese, ricordando come servirà un pizzico di pazienza per le code che con ogni probabilità si formeranno.
Via via si sono poi succedute le singole presentazioni degli appuntamenti che coinvolgeranno la Rete dei musei piacentini: Musei Civici di Palazzo Farnese, Museo Civico di Storia Naturale, Galleria Ricci Oddi, Galleria e Collegio Alberoni, Ente Museo Palazzo Costa-Fondazione Horak, Fondazione Istituto Gazzola, Fondazione di Piacenza e Vigevano (Antiquarium e Palazzo Rota Pisaroni), Museo Ornitologico FOI, Piccolo Museo della Poesia, Cattedrale, Basilica di Sant'Antonino e Chiesa di San Francesco.
Tra le tante possibilitå, molto affascinante quella offerta dal Circolo Astrofili nel parco del Collegio Alberoni, dove saranno esposte anche splendide foto astronomiche: tra le 22.30 e le 24 si potranno osservare Giove, Saturno e l'ammasso globulare M13.
Tutte le informazioni e il lunghissimo elenco di iniziative previste (cui forniranno il proprio contributo anche circa 100 studenti universitari, formati ad hoc anche per i laboratori di circa un'ora specificamente rivolti ai bambini, accompagnati dai genitori, che parteciperanno) sono disponibili sul sito del Comune e piacerepiacenza.it, che – nel corso della presentazione è stato ulteriormente evidenziato il carattere singergico del programma – rimandano anche ai siti dei singoli musei: "Costruire insieme è un obiettivo – ha rimarcato l'assessore Albasi – di questa Amministrazione".

blank

 

MUSEI CIVICI DI PALAZZO FARNESE

Dalle 20.30 alle 24  ingresso gratuito in tutte le sezioni

 

Alle 20.45 e alle 21.45   in Cappella Ducale

  • “La Notte dei Cantastorie” incontro per bambini dai 5 ai 10 anni

con Davide Villani, in collaborazione con ArtiePensieri

 (durata 40 minuti circa, posti limitati,  si accede senza prenotazione)

  • alle 21 e alle 22  Aula didattica  della sezione archeologica

“La Notte e la Luce”  laboratori per bambini dai 3 agli 8 anni 

 a cura degli studenti dell’Università Cattolica di Piacenza  che partecipano al  progetto Exponiamoci

Card va in città
Spazio Mostre  e loggiati di Palazzo Farnese : dalle 20.30 alle 24  

MUSEO CIVICO DI STORIA NATURALE

Sabato 16 maggio

Ingresso gratuito dalle 21 alle 23

ore 21 “La notte dei musei: Terra acqua, fuoco, aria”

Serata di musica tradizionale con Maddalena Scagnelli e il coro del Liceo Melchiorre Gioia e con la partecipazione dei giovani strumentisti del gruppo”La rosa e la viola”.  

Venerdì 15 maggio, ore 20,30

 “La piccola notte dei musei:  incontro per i più piccoli dedicato alla scoperta degli animali notturni nelle sale del museo”. L’iniziativa rientra nelle attività di “Gioca e impara al museo” promosse dalla Società di scienze naturali con la collaborazione della Fondazione di Piacenza e Vigevano ed è rivolta ad un massimo di 20 bambini (4-7 anni). Per le prenotazioni (fino a esaurimento posti) è necessario telefonare all’ufficio didattica del Museo 0523.337745

 

OPERA PIA ALBERONI – LA NOTTE EUROPEA DEI MUSEI 

DOMENICA 17 MAGGIO 2015 – NOTTE D’ARTE, JAZZ E STELLE 

Si dovrà attendere un giorno in più per poter assistere e partecipare alla Notte dei Musei della Galleria Alberoni che quest’anno sarà posticipata a domenica 17 maggio 2015. Sarà un’attesa che non lascerà delusi tutti i partecipanti poiché il programma della Notte alberoniana si presenta molto intenso, costituito da iniziative artistiche e culturali, ciascuna connessa a una parte del grande patrimonio culturale alberoniano e con un evento del tutto inedito e mai andato in scena alla Galleria Alberoni, ovvero il debutto del Jazz nella Sala degli Arazzi, con un concerto di altissima qualità. 

Un notte d’arte, jazz e stelle.

La Notte Europea dei Musei alla Galleria Alberoni, è stata programmata per la domenica 17 maggio per contribuire a distribuire su due notti il ricco programma proposto dai musei cittadini, agevolando tutti i visitatori interessati a partecipare a più eventi.
L’evento è promosso da Opera Pia Alberoni, Piacenza Jazz Club e Gruppo Astrofili di Piacenza.
TUTTE LE INIZIATIVE PROGRAMMATE SONO GRATUITE

Storia, Arte, jazz e stelle

La Notte dei Musei alla Galleria Alberoni sarà quest’anno una notte di storia, arte, jazz e stelle. 
Al tramonto inizierà un ricchissimo programma che si concluderà nella notte. 

Al calare della luce del giorno si terranno TRE VISITE GUIDATE GRATUITE attraverso i più significativi e antichi ambienti del Collegio Alberoni (appartamento del Cardinale con l’Ecce Homo di Antonello da Messina, la biblioteca monumentale, il museo degli strumenti scientifici) che permetteranno anche la salita alla terrazza del più antico e alto osservatorio astronomico alberoniano con una speciale vista panoramica di Piacenza, al calare della notte. (Partenza visite alle ore 19 – 19.30 – 20 dalla Galleria Alberoni)

Nella suggestiva cornice della Sala degli Arazzi risuoneranno le note dell’ALBERT HERA QUINTET protagonista di un importante concerto-evento jazz, con l’esordio assoluto di questa affascinante musica negli ambienti alberoniani. 

Nel grande parco del Collegio Alberoni i RIFRATTORI E TELESCOPI DEL GRUPPO ASTROFILI DI PIACENZA renderanno visibili le suggestioni della volta celeste, mostrando GIOVE, SATURNO E L’AMMASSO GLOBULARE M13, mentre contemporaneamente sarà possibile visitare la SPECOLA ASTRONOMICA situata sempre nel cuore del parco del Collegio e conoscere la storia dell’osservazione del cielo condotta nell’Ottocento presso il Collegio stesso. 

Nella Sala Scribani Rossi della Galleria Alberoni infine potrà essere visitata una MOSTRA DI FOTOGRAFIE ASTRONOMICHE realizzate dal Gruppo Astrofili di Piacenza. La mostra, aperta proprio in occasione della Notte dei Musei, resterà allestita e sarà visitabile fino alla fine del mese di giugno 2015.

 

Una notte di storia e arte
Visite guidate gratuite al Collegio Alberoni con salita alla terrazza dell’Osservatorio Astronomico alberoniano

Si inizia con una Notte di storia e arte.
Al tramontare del sole, alle ore 19.00 – 19.30 e 20.00 partiranno dalla Galleria Alberoni (Ingresso Via Emilia Parmense 67) tre visite guidate gratuite che condurranno i visitatori attraverso i più significativi ambienti del Collegio Alberoni e al cospetto dei più importanti capolavori artistici e scientifici del patrimonio alberoniano.
Il percorso prevede la visita all’appartamento del Cardinale con la visione dell’Ecce Homo o Cristo alla colonna, capolavoro di Antonello da Messina e dei più antichi e preziosi dipinti della collezioni, tra i quali le tavole fiamminghe e il dittico di Jan Provost; l’itinerario proseguirà con la visita alla monumentale biblioteca, al museo degli strumenti scientifici. Subito dopo inizierà, dall’aula di fisica la salita alla terrazza del più antico ed elevato osservatorio astronomico alberoniano.
Sono due infatti gli osservatori astronomici del Collegio Alberoni ed entrambi saranno protagonisti della Notte dei Musei alberoniana. 
La più nota, la Specola Astronomica situata al centro del parco del Collegio Alberoni sarà protagonista della notte alberoniana a partire dalle ore 22.30 (Vedi il paragrafo dedicato)
La prima e più antica specola fu costruita, tra il 1870 e il 1872, alla sommità del lato ovest del Collegio, sopra l’osservatorio meteorologico, divenendo così il punto più elevato dell’Istituto alberoniano e consentendo, dalla terrazza che circonda la cupola, una splendida visione di San Lazzaro e della città.

Le visite guidate permetteranno la salita a questa terrazza per godere da lì di un inedito panorama.

Partendo dall’antica aula di fisica del Collegio Alberoni, attraverso due suggestive scale a chiocciola, sarà possibile salire prima all’osservatorio meteorologico e da qui alla torretta della più antica e alta delle due specole del Collegio Alberoni. 
Dall’alta terrazza che abbraccia la cupola s’apre un eccezionale scenario panoramico che permette di apprezzare, in una inedita veduta, l’antica Vallera e il tenimento terriero di San Lazzaro, il grande parco e il giardino interno del Collegio Alberoni, il quartiere di San Lazzaro la più ampia periferia di Piacenza fino alle colline, lo skyline della città con i suoi principali monumenti.

L’orario delle visite guidate gratuite programmate per la Notte dei Musei (19 – 19.30 – 20.00), permetterà una visione della città al tramonto, del quartiere di San Lazzaro; una veduta del tutto inedita di un panorama che sarà eccezionalmente accessibile dal martedì alla domenica per tutta la durata di Expo 2015.

 

Una notte di Jazz
Il Jazz per la prima volta alla Galleria Alberoni
Galleria Alberoni, Sala degli Arazzi, ore 21.15

ALBERT HERA QUINTET
Circleland

In occasione della 12° edizione, caratterizzata anche dalla concomitanza con Expo Milano 2015, grazie alla collaborazione tra Piacenza Jazz Club e Opera Pia Alberoni, (nonché alla passione jazzistica di Giorgio Braghieri, presidente dell’Opera Pia Alberoni), il Piacenza Jazz Fest, uno degli appuntamenti musicali più importanti a livello nazionale, sbarca per la prima volta alla Galleria Alberoni, facendo rintoccare, nella suggestiva cornice della Sala degli Arazzi, le affascinanti traiettorie musicali jazzistiche.
Il battesimo jazz della Galleria Alberoni avverrà con un importantissimo concerto di una delle voci internazionalmente più note e apprezzate: Albert Hera e il suo quintetto. 

ALBERT HERA è senza dubbio una delle voci più belle e versatili della scena sperimentale italiana, notissimo in Europa (è reduce dal successo al London Jazz Festival) per il suo particolarissimo modo di cantare. Utilizza infatti il canto difonico, tecnica portata al successo dal grande Demetrio Stratos e da Bobby McFerrin, che consente di cantare fino a tre note contemporaneamente. Nella suggestiva cornice della Sala degli Arazzi, presso la Galleria Alberoni, Hera presenterà il suo quintetto a cappella, dove la musica prende forma tramite il solo utilizzo del suono e del ritmo della voce e su questa s’intrecciano le performance dei cinque cantanti. 
Gli spettatori saranno rapiti dal fascino della fusione timbrica dei loro splendidi “strumenti” e dal loro caratteristico tocco personale, dalla chimica del loro unico stile d’improvvisazione e dagli straordinari arrangiamenti vocali che superano i confini dello swing e del linguaggio jazz tradizionale. Il loro repertorio spazia dal Crossover al Jazz, dalla musica sacra ai brani originali. Ogni performance trasmette nuova energia al pubblico, che viene attivamente coinvolto nello show. Tutto questo fa di ogni concerto un'esperienza realmente unica e difficile da dimenticare. Tra l’altro si esibiranno anche i partecipanti al workshop che il cantante terrà al Milestone dal giorno precedente.

Le CIRCLE SONGS si fondano sulla costruzione di melodie senza parole, che nascono associando fonemi creati con uno scopo primariamente evocativo. Suoni che ricordino paesaggi, profumi, sapori, musiche e genti lontane. È una forma d’improvvisazione corale. Un solista-direttore, in un processo di libera improvvisazione, crea e assegna progressivamente ai coristi, disposti a cerchio e ripartiti per sezione, specifici moduli ritmico-vocali costituiti da fonemi privi di significato che vengono ripetuti in una sorta di litania. Dal loro incastro nasce la struttura armonica del brano. Il direttore utilizza poi particolari segnali per gestire l’esecuzione polifonica, in funzione del fluire dell’improvvisazione vocale solistica.

 

Una notte di stelle
Giove, Saturno, l’ammasso globulare M13 e la Specola Astronomica Alberoniana
Parco del Collegio Alberoni, ore 22.30 – 24

Dalle ore 22.30 alle ore 24, tempo permettendo, la Notte dei Musei della Galleria Alberoni diventerà Notte di stelle. I visitatori interessati, con ingresso dai giardini della Galleria Alberoni, Via Emilia Parmense 67, potranno accedere al grande parco del Collegio Alberoni per vivere due esperienze astronomiche.
Per coloro che parteciperanno al concerto di Albert Hera Quintet la Notte di stelle inizierà invece al termine dell’evento musicale quando il pubblico sarà invitato a osservare la sfera celeste e a visitare la Specola Astronomica, secondo il programma seguente.

Giove Saturno e l’ammasso globulare M13
Grazie al Gruppo Astrofili di Piacenza che posizionerà nel parco alcuni rifrattori-telescopi, sarà possibile osservare la bellezza del cielo che non può essere apprezzata a occhio nudo. Nella notte di domenica 17 maggio 2015 i rifrattori del Gruppo Astrofili sveleranno prima la bellezza di Giove e dopo quella di Saturno che sorgerà mentre Giove tramonta, la cui visione è sempre particolarmente suggestiva.
Dovrebbe essere possibile osservare anche l’ammasso globulare M13 visibile nella costellazione di Ercole.
In caso di maltempo o di eccessiva nuvolosità non sarà possibile effettuare l’osservazione.

La Specola Astronomica Alberoniana
Sempre a partire dalle ore 22.30 sarà possibile visitare la Specola del Collegio Alberoni, situata nel cuore del parco dello stesso. 
Essa fu edificata nel 1882 per iniziativa di Giovan Battista Manzi (1831-1912), per potervi collocare il prezioso telescopio rifrattore di Merz di 13 cm di diametro, che non poteva essere collocato nel primo e più antico Osservatorio. Il telescopio è attualmente in restauro.
Le guide del Collegio racconteranno l’interessante storia dell’osservazione del cielo al Collegio Alberoni condotta tra la fine dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento e condurranno all’interno di questa splendida architettura, e, attraverso una bellissima e stretta scala a chiocciola, s’approderà al primo piano della stessa per osservare la cupola girevole.
Questo piccolo e splendido edificio, rappresenta un unicum in Italia, uno dei pochissimi osservatori autonomi, cioè uno dei pochi edifici, di fine Ottocento, costruito con la sola ed esclusiva funzione di osservatorio e studio della sfera celeste. Era uso, in quel periodo, montare piccole specole alla sommità di palazzi, torri e altre architetture già esistenti.

L’arte della fotografia astronomica
Mostra di fotografie astronomiche realizzate dal Gruppo Astrofili Piacenza
Galleria Alberoni, Sala Scribani Rossi
Domenica 17 maggio 2015, ore 19 – 21  –  ore 23 – 24

L’intensa Notte dei Musei alberoniana prevede l’apertura di una mostra di fotografie astronomiche realizzate dal Gruppo Astrofili di Piacenza, che sarà allestita nella Sala Scribani Rossi della Galleria Alberoni.

Domenica 17 maggio la mostra sarà visitabile in concomitanza con le visite guidate e pertanto dalle ore 19 alle ore 21 e, al termine del concerto, ovvero dalle ore 23 alle ore 24.

La fotografia astronomica, per il Gruppo Astrofili di Piacenza, è sempre stata un punto di forza, Poiché gli astrofotografi del Gruppo da molti anni si dedicano con passione e competenza a questa attività, affinando, nel tempo, le tecniche di ripresa fotografica e ottenendo ottimi risultati. 
Le astrofotografie esposte in mostra sono state realizzate in parte dall’Osservatorio di Lazzarello di Pecorara, con un rifrattore di 130 mm, e in parte in altri siti e riprendono alcuni oggetti del sistema solare e il cielo profondo: nebulose, ammassi di stelle e galassie.

L’esposizione apre una finestra sull’astronomia contemporanea proprio nel luogo, il Collegio Alberoni, nel quale il cielo fu studiato nei secoli XIX e XX. 
La mostra resterà allestita per tutto il mese di giugno 2015 e visitabile dal martedì alla domenica pomeriggio, nel corso degli orari di apertura stabiliti, in occasione di Expo 2015, fino al 31 ottobre 2015.

 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank