L’Everest chiude con una sconfitta: Lodi la spunta 12-8

Piacenza: Guasto, Vagge, Sartorello L. 1, Michelotti, Sgarbi, Martini, Falcone, Merlo 1, Costantino 2, Riva, Tenore 4, Trevisan, Carini.  All. Van der Meer
Lodi: Ruggeri, Favini, Grassi 1, Boccali 1,.Pederzoli 4, Zucchelli, Tortelli 1, Boselli, Manfredi 2, Turelli 1, Vignali 1, Gallotti 1.. All. Crimi
 
Superiorità numerica: Piacenza 4/7   Lodi  3/11 
Rigori: Piacenza 1/2   Lodi  0/0 
Arbitro: Pusineri
 
Il Piacenza si congeda dal suo scarso pubblico di casa ( le gare interne si giocano a Cremona ) con una sconfitta in una partita dove entrambe le squadre avevano già risolto i loro problemi di classifica. Nonostante questo sia gli uni che gli altri hanno onorato al massimo il loro impegno dando vita ad una gara che ha appassionato i presenti.
Il Wasken, pur privo di Da Monte e Vanelli, mentre al Piacenza mancavano Trevisan e Sartorello G. colpito all’ultimo da febbre, parte subito impostando bene la partita e portandosi sullo 0 a 2 grazie alla controfuga ben conclusa da Pederzoli e da Turelli in superiorità.
Pronta la reazione piacentina che agguanta il pareggio con un tiro a schizzo di Costantino e la bella conclusione di Tenore in superiorità.
Ma gli ospiti non ci stanno e da qui alla fine del tempo si porteranno sul 2 a 5 grazie alle reti di Manfredi dal centro, Pederzoli dal perimetro e Vignali dall’alla.
Tuttavia, nonostante la rete di Tenore che fa partire uno dei suoi precisissimi tiri da fuori, il Wasken ha ingranato una marcia in più ed andando alla fine del tempo infila ancora tre volte la porta dell’incolpevole Guasto portandosi sul 3 a 8 con le reti di Tortelli, Grassi e Pederzoli.
A metà gara dunque forse gli ospiti danno l’impressione di aver già ipotecato il risultato, ma così non sarà perché nel terzo parziale le reti Tenore in superiorità e di Sartorello L. con un tiro da lontano, riavvicinano i locali agli ospiti che realizzano un solo goal con Gallotti.
Nell’ultimo quarto il Piacenza si rifà sotto prima con il solito impietoso Tenore in superiorità e poi con il rigore trasformato da Costantino che porta il risultato sul 7 a 9 con 5 minuti e 40 da giocare.
La reazione dei lodigiani è però immediata e Manfredi e Turelli riportano in poco più di un minuto la loro squadra a più 4. Nel finale il goal di Merlo ed il debutto di Carini in porta non modificheranno però il vantaggio degli ospiti grazie all’ultima rete del solito Pederzoli fissano il definitivo 8 a 12

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank