Si rifornivano di droga nel Bergamasco, arrestati due spacciatori piacentini

Sgominata una banda piacentina dedita allo spaccio di droga. Dopo alcune indagini la polizia del Commissariato di Treviglio (Bergamo) aveva scoperto che un gruppo della nostra città si recava sistematicamente nel paese lombardo per rifornirsi di hashish. Per accelerare i tempi i corrieri sfruttavano la nuova autostrada A58 che collega la Bre.Be.Mi. (A35) con l’Autostrada del Sole (A1), tratto inaugurato il 16 maggio scorso. In sostanza la banda usciva al casello di Treviglio, si riforniva, e tornava a Piacenza dove  lo stupefacente veniva spacciato. Una volta scoperto questo corridoio della droga la polizia ha deciso di intervenire. La scorsa notte una pattuglia si è appostata al casello di Treviglio finché non ha visto sopraggiungere una Nissan Micra di colore verde, l’auto che gli investigatori stavano aspettando. Hanno così seguito la vettura fino in via Col di Lana dove le due persone a bordo hanno ricevuto da alcuni individui un sacchetto di plastica per poi ripartire. A quel punto la polizia è entrata in azione ma la coppia, scoprendo di essere seguita, ha tentato la fuga gettando dal finestrino il sacchetto. Gli agenti sono riusciti a bloccare la vettura dopo pochi metri facendo scattare le manette ai polsi dei due individui, già noti alle forze dell’ordine per numerosi precedenti penali: M.A. di 45 anni nato a Cosenza e residente a Piacenza e P.K. di 28 anni, nato a Piacenza e residente a Piacenza, rinchiusi ora al carcere di Bergamo. Nella borsa gettata durante la fuga la polizia ha trovato 12 panetti di hashish da un etto ciascuno. Le indagini sono ancora in corso per identificare anche le due persone che hanno fornito loro il carico di stupefacente.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank