Festa del Cuore, grande concerto di Fornasari e Fontana in piazza Cavalli

Grande è la Festa del Cuore che si terrà venerdì 19 alle 21.30 in Piazza cavalli e grande è il cuore di un artista piacentino che ha fatto della propria sensibilità il denominatore comune dei suoi brani. Legato in modo particolare ai progetti solidali, tanto da far parte anche della Nazionale Cantanti, Simone Fornasari ha  sollecitato attraverso i microfoni di Radio Sound 95 la partecipazione alla manifestazione, celebrando il Progetto Vita che, lo ricordiamo, ha fatto di Piacenza la città più cardioprotetta in Europa.  In particolare, ritiene che il live che vedrà la presenza di un'altro big Attilio Fontana con la partecipazione di Vito Romanazzi e la Scuola di Danza Tersicore, contribuirà alla sensibilizzazione della popolazione, ma che non bisogna dimenticare che se si festeggia è grazie a coloro che sostengono il progetto rendendolo concreto in diversi modi e i cui sforzi permettono di poter affermare che “nella nostra Piacenza succedono cose anche molto belle”.

blank

Il legame tra questo artista e la nostra radio è forte, tanto che nel corso dell’intervista Simone Fornasari ha dichiarato “Radio Sound è la mia casa, la porto sempre nel cuore perché fin dall’inizio, quando non c’era nessuno a sostenermi, mi ha dato una mano”. In effetti, dai suoi primi passi, che lo hanno portato ad esibirsi come solista nei locali della zona proponendo le sue canzoni a un pubblico decisamente ristretto, di strada ne ha fatta. Dopo il primo disco, “E comunque la vita è tutta un’altra cosa”, frutto di diversi sacrifici, ma il cui veloce successo fa ben sperare, è decisiva la partecipazione ad alcuni contest come “Fammi sentire la tua voce”, in cui in due diverse edizioni apre il concerto di artisti del calibro di Dolcenera, Stadio, Zero Assoluto, Fabrizio Moro, Irene Grandi, Modà, Valerio Scanu e altri. Queste esibizioni permettono ad alcuni suoi singoli, come “Sottovoce” e “Momentaneamente in equilibrio” di ottenere sempre di più un riscontro positivo da parte del pubblico. La sua attività parla da sola riguardo l’energia che muove questo talento piacentino, ma lui stesso afferma di essere come una macchina, e che “Non bisogna mai fermarsi. Penso alla vita come a un viaggio, ogni arrivo è in realtà solo una tappa”. In questo senso, l’ultima tappa raggiunta è stata l’uscita del CD “Tutto bene grazie”, che ha descritto ai nostri microfoni dicendo che “E’ molto intimista, riguarda la parte più vera della mia vita”, e riporta a un momento tragico della sua vita in seguito alla “perdita di una persona molto cara”.

La promozione di questa raccolta di canzoni, tra cui “Un mondo che abbaglia”,  lo sta impegnando in diverse città d’Italia, ma ribadisce il legame con Piacenza, che gli ha dato non solo i natali, ma anche la sua grande passione e le prime occasioni per poterla comunicare. Negli studi di Radio Sound 95 ha infatti affermato che “non la cambierei mai. Anche se mi piace viaggiare”. Per questo, per lui è un emozione unica potersi esibire nella sua città, tra l’altro al fianco di Attilio Fontana e Vito Romanazzi, che lui ritiene “Grandi artisti e grandi uomini”, in occasione della festa di venerdì sera. In chiusura dell’intervista, parla delle forze contrastanti che porta sul palco, dove la paura si mescola con l’adrenalina, il contatto con il pubblico è uno scambio continuo e la musica “vince su di te, è qualcosa di magico che ti abbraccia”. Ed è sicuro che la magia si ripeterà venerdì 19 sul palco di Piazza Cavalli. 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank