Ingresso negato in un locale di San Nicolò, sei giovani si danno al vandalismo

Erano arrivati dalla Svizzera, probabilmente per una vacanza, i sei ragazzi che la notte scorsa hanno compiuto atti vandalici in via Reggio Calabria a San Nicolò. Alle 23 circa di ieri, giovedi 3 settembre, la centrale operativa di Metronotte Piacenza ha ricevuto un allarme da una ditta nelle vicinanze della suddetta via e ha inviato immediatamente una pattuglia per il controllo. La guardia, non notando anomalie, ha svolto una ispezione anche nel parcheggio di un vicino locale notturno e, dalle testimonianze dei presenti, è emerso che alcuni ragazzi, a cui era stato negato l’ingresso, avevano rovesciato in mezzo alla strada una campana dedicata alla raccolta dei rifiuti in vetro; dopo aver compiuto l’atto vandalico, uno di questi aveva poi scavalcato la recinzione dell’azienda vicina, provocando l’allarme. Tutti i soggetti si erano poi riuniti ed allontanati poco prima dell’arrivo della guardia, dirigendosi verso Piacenza. L’agente di vigilanza ha così deciso di avvisare i Carabinieri e di mettersi alla ricerca dei fuggitivi, che sono stati bloccati sulla via Emilia. Al loro arrivo, gli uomini del 112, dopo aver identificato i ragazzi e avere accertato la loro responsabilità circa l’atto vandalico di San Nicolò, li hanno costretti a rimuovere la campana del vetro dalla sede stradale e a risistemarla al suo posto.

blank

Alcune ore più tardi, una guardia di Metronotte Piacenza, in servizio di presidio presso una ditta sita in zona Capitolo a Piacenza, ha sorpreso un individuo scavalcare la recinzione dell’azienda; immediatamente ha richiesto l’appoggio di una pattuglia di vigilanza ma l’intruso, vistosi scoperto, è riuscito a fuggire facendo perdere le proprie tracce, abbandonando il probabile intento criminoso. Il controllo perimetrale non ha infatti dato evidenza di segni di effrazione.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank