Tenta di caricare una Poste Pay senza pagare il tabaccaio, denunciato 66enne

Chiede una ricarica da 115 euro per una carta Postepay, ma arrivato il momento di pagare ammette: "Non ho i soldi". Quando si chiede al tabaccaio di ricaricare una Poste Pay, infatti, l’operatore aggiunge i soldi virtuali sulla scheda attraverso il terminale, mentre il cliente deve cedere la somma corrispondente in contanti al personale che ha effettuato l’operazione. In questo caso il tabaccaio di Corso Vittorio Emanuele non ha potuto fare altro che chiamare la polizia e, una volta giunti sul posto, gli agenti hanno identificato e denunciato per truffa il protagonista di questa vicenda: si tratta di un 66enne residente a Monza. I poliziotti hanno voluto approfondire la questione cercando di capire il perché del comportamento dell’uomo. E’ emerso che il 66enne aveva da tempo un debito con un’altra persona, una donna, e per cercare di saldarlo una volta per tutte aveva deciso di caricare la Poste Pay della signora. Non è chiaro, però, perché l’uomo abbia tentato questa operazione pur sapendo di non avere in tasca i contanti corrispondenti alla somma.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank