Tubo da 600 metri per rubare gasolio da una ditta, bloccato uno dei banditi

blank

Ingente colpo questa notte, martedì 15 dicembre, al deposito Piacenza Petroli di Cà Torricelle alle porte di Piacenza. In azione, a quanto pare, una banda di veri professionisti che, se non fosse stato per l’intervento provvidenziale della polizia, avrebbe messo in atto il furto di gasolio perfetto. Secondo una prima ricostruzione pare che la banda abbia parcheggiato un furgone attrezzato per la raccolta di carburante in un campo lungo la Statale 45. Da lì alcuni membri della banda si sarebbero diretti alla Piacenza Petroli trascinando con sé un tubo di ben 600 metri di lunghezza. Raggiunto il deposito i malviventi hanno messo fuori uso i sistemi di allarme e avrebbero collegato il lungo tubo a una delle cisterne. Un lavoro pulito sotto tutti i punti di vista: nessun danno e nessun rilascio di carburante sul terreno. Tutto stava procedendo per il meglio (almeno per i banditi) quando è sopraggiunta in zona una volante della polizia che ha notato gli strani movimenti all’interno del cortile dell’azienda. A quel punto gli agenti hanno deciso di controllare meglio rendendosi ben presto conto di quanto stesse accadendo. I “vampiri”, capito di essere stati scoperti, hanno interrotto il furto e sono fuggiti a gambe levate, tutti tranne uno, fermato dagli agenti mentre tentava di darsi alla macchia. Ora la posizione dell’uomo, che pare avere alle spalle numerosi precedenti penali, è al vaglio degli inquirenti. I titolari dell’azienda, invece, avvisati dalle forze dell’ordine, stanno ora cercando di quantificare il bottino, che comunque pare piuttosto ingente. Secondo uno primo, approssimativo, conteggio pare che la banda sia riuscita infatti ad asportare diverse migliaia di litri di gasolio prima di essere “disturbata” dalla polizia.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank