Municipale, Dosi: “Chiesti bonus per gli agenti e militari nelle strade”

blank

 Quasi 75mila multe per infrazioni al codice della strada; oltre 12mila chiamate alla centrale operativa; più di 40mila ingressi vietati nella Ztl. Questi alcuni numeri della Polizia Municipale di Piacenza che oggi (20 gennaio) ha festeggiato la tradizionale celebrazione della ricorrenza di San Sebastiano, il patrono. Alla presenza del sindaco Paolo Dosi e del comandante Stefano Poma, don Serafino Coppellotti ha officiato alle 10, nella Cattedrale, la santa messa e in seguito, nella Sala delle Colonne della Curia vescovile, si è tenuta la presentazione delle attività svolte dal Corpo nel corso dell’anno e la consegna della onoreficenze agli agenti particolarmente distintisi lo scorso anno. In allegato il Report completo

blank

E’ stato anche il momento, in particolare per il sindaco Dosi, di far sentire la sua vicinanza alla polizia municipale e annunciare due richieste avanzate, sia per migliorare la qualità del servizio che per aumentare la sicurezza della cittadinanza: “Ho richiesto ai Comuni, come presidente della Fisu (Forum italiano per la sicurezza urbana) di sostenere la proposta sindacale sulle indennità agli agenti. Il fondo è statale, i Comuni non potrebbero accedere a tale bonus: convinto della fondatezza della richiesta, sostengo questa proposta e chiedo agli altri comuni di fare altrettanto.

Si tratta di un bonus di indennità di 960 euro all’anno di indennizzo, nonostante non sia previsto dalla contrattazione, però penso che le richieste di sempre maggiori attività vadano compensate in qualche modo”.

Non solo, perché come detto in precedenza, il primo cittadino si è rivolto direttamente alla prefettura per tornare ad istituire i pattugliamenti misti tra forze dell’ordine e militari, nell’ambito del progetto ‘Strade sicure’: “Mi sono rivolto alla prefettura per attivarsi e mettersi in contatto con il Ministero degli Interni e della Difesa, per avere la presenza di forze armate sul territorio urbano di Piacenza. I militari – ha aggiunto – potrebbero effettuare, in collaborazione con le forze dell’ordine, pattugliamenti misti in città, come già avvenuto durante l’operazione ‘Strade sicure’ dell’agosto 2009 e del dicembre 2010. La ritengo una necessità stringente in vista di nuove responsabilità, dettate anche dalla paura per gli attentati. L’auspicio è che questa esigenza trovi un positivo riscontro, viste le incombenze che gravano sulle forze di polizia”.

Infine, non ha mancato di elogiare il lavoro che ogni giorni svolgono gli agenti del comando di via Rogerio: “La nostra polizia municipale serve la comunità piacentina con una presenza costante, tenendo ovviamente conto delle risorse umane contenute. Nel 2015 la polizia municipale si è impegnata per favorire la convivenza civile, rispondendo a 12mila richieste di intervento in dodici mesi. Come sindaco non trascuro le difficoltà legate al numero degli agenti”.

CORPO POLIZIA MUNICIPALE PIACENZA

Tutto il personale del Corpo impegnato, senza distinzione di grado e ruolo, per l’impegno e la disponibilità dimostrati nello svolgimento del proprio servizio nei giorni dell’emergenza legata all’esondazione del torrente Nure, partecipando alle attività di soccorso alla popolazione alluvionata, e dando prova di alta professionalità attraverso la comprensione e l’aiuto ai cittadini così duramente colpiti.

Fatti avvenuti in Piacenza, 14 settembre 2015 e giorni seguenti

SOVRINTENDENTE GREGORI LORELLA

Interveniva prontamente in un diverbio famigliare e con grande professionalità e determinazione impediva che l’uomo autore di violenti maltrattamenti alla madre potesse reiterare le violenze, consentendo in tal modo che fosse tratto in arresto senza danni alle persone.

Fatti avvenuti in Piacenza, 30 aprile 2015

ASSISTENTI  EMILIANO BOSONI E  GIUSEPPE ROSELLI

Perché con grande professionalità e determinazione, in una azione congiunta con le altre Forze di Polizia, individuava un cittadino straniero, clandestino, datosi alla fuga dopo aver commesso azioni violente, e  procedeva alla cattura incurante dei pericoli per la propria incolumità.

Fatti avvenuti in Piacenza, 21 ottobre 2015

ISPETTORE SUPERIORE MARCO CASSINELLI – ISPETTORE CAPO MOLINARI MASSIMO – ISPETTORE CAPO TRESPIDI FABIO – SOVRINTENDENTE COMENTI SERGIO – ASSISTENTE BISI GIORGETTA – ASSISTENTE SCELTO CONSALVO ANTONIO – ASSISTENTE BOCCOTTI SIMONE – AGENTI SCELTI GIROMETTA ALESSIO ANTONIO – PALUMBO MIRIAM – RIZZI SIMONE – ROBIGLIO MARIKA – SCHIANCHI CARLO

Unitamente ad altri colleghi, anche oltre l’ordinario orario di servizio, mostrava impegno e dedizione al Comando, partecipando a servizi finalizzati a contrastare il fenomeno della vendita e consumo di bevande alcoliche nelle ore serali nel quartiere di “Porta Galera” e operando con grande professionalità e competenza accertava gravi irregolarità che portavano alla sospensione delle attività commerciali.

Fatti avvenuti in Piacenza, ottobre – novembre 2015

AUSILIARIO DEL TRAFFICO REPETTI MATTEO

Si rendeva disponibile, oltre l'orario di lavoro, per rintracciare e consentire l'arresto di un soggetto resosi autore di danneggiamento e di reiterati furti di denaro da alcuni parcometri della città, mostrando grande disponibilità e dedizione al servizio.

Fatti avvenuti in Piacenza, 1 dicembre 2015

ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO DEFACQZ LUCA

Terminata la propria attività lavorativa, rientrando alla propria abitazione, veniva attratto dalle voci concitate di alcuni cittadini che indicavano la presenza di un ladro in fuga nel cortile condominiale. Senza incertezza e con grande senso civico, raggiungeva e fermava il malfattore, consegnandolo alla pattuglia dei Carabinieri intervenuta sul posto.

Fatti avvenuti in Piacenza, 2 maggio 2015

ASSISTENTE ARGENTIERI MANUELA

Nello svolgimento dell’attività di polizia giudiziaria, cui è preposta, ha dimostrato grande altruismo, solidarietà e comprensione per le vittime di maltrattamenti e atti persecutori, dedicando parte del proprio tempo, oltre l'ordinario orario di lavoro, operando così con grande impegno e spirito di servizio.

Piacenza, gennaio – dicembre 2015

ASSISTENTE SCELTO MARIO ROSSI

Per l'impegno, la competenza e le capacità professionali dimostrate, oltre il doveroso espletamento dei compiti istituzionali nell'affrontare il delicato compito del contenzioso, riportando ottimi risultati.

Fatti avvenuti in Piacenza, gennaio –  dicembre 2015.

ESECUTORE  BARBIERI GIORGIO

Per aver mostrato alto senso del dovere e grande disponibilità, evidenziando costante impegno nell’adempimento dei compiti e delle mansioni affidategli

Fatti avvenuti in Piacenza, gennaio – dicembre 2015

 

 

 

 

 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank