Shoot Fighting Championship, la Hibreed brilla con Mazzoni e Alquati

blank

Il Palaferroli di Verona ha ospitato la diciannovesima edizione dello Shoot Fighting Championship, torneo di arti marziali miste che da la possibilità ai suoi vincitori di qualificarsi al Kunlun FC, prestigioso torneo di mma asiatico.
A tenere alti i colori piacentini era presente Marco Mazzoni, atleta della Hibreed MMA Piacenza, iscritto nella categoria pesi welter in un torneo a 4 atleti.
Nel match di semifinale Marco parte bene imponendo il suo ritmo lavorando con i colpi e controllando l'avversario alla gabbia, il netto dominio porta l'angolo avversario a sospendere il match gettando la spugna.
La finale parte con buoni scambi di colpi da ambo le parti e già dalle prime fasi di lotta si capisce che l'avversario vuole mantenere il match in piedi, Mazzoni riesce a connettere alcune buone proiezioni ma l'avversario è abile a riportare sempre il match in piedi, in un successivo scambio Marco subisce un colpo che lo lascia stordito per qualche istante ma è bravo a riprendersi prontamente e portare di nuovo a terra il combattimento, l'ennesimo tentativo di fuga dell'avversario lo porta ad esporre un braccio che viene prontamente bloccato dall'atleta piacentino con una leva articolare, la tecnica applicata in maniera impeccabile porta l'avversario alla resa consegnandogli la vittoria.
Con questa vittoria il team Hibreed MMA compie un'altro passo verso la Cina e porta a 2 il numero degli atleti qualificati per le semifinali che si terranno il 5 marzo a Lonato del Garda, nei match in programma Marco Mazzoni sarà opposto al bergamasco Bertoli Paolo del team CSKB, mentre Tiziano Alquati dovrà vedersela con il milanese Eugenio Brumat del team Yoseikan.

blank
Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank