Ospedale chiuso alle auto dei dipendenti, è polemica in consiglio comunale

Dal 29 febbraio scorso è cambiata la viabilità all’interno dell’ospedale di Piacenza. In breve i lavoratori, medici e infermieri, non possono più parcheggiare nel cortile interno che sarà disponibile solo per i pazienti e i parenti di questi per una sosta non superiore ai 30 minuti. A tre settimane dall’entrata in vigore del nuovo ordinamento le polemiche si fanno sentire. Il centrodestra, per l’occasione guidato da Massimo Polledri della Lega Nord, parla di insostenibili disagi per i dipendenti e non solo: “Mettiamoci nei panni di una dipendente che alla fine del turno è costretta a uscire dall’ospedale e raggiungere l’auto a piedi, magari lontana, di notte”.

blank

Non è d’accordo il centrosinistra che concentra l’attenzione sui pazienti come spiega in un comunicato il consigliere comunale Sandra Ponzini: “Ritengo indispensabile che l'ASL stabilisca dei criteri d'utilizzo basati, inevitabilmente, su delle priorità cercando di limitare l'uso del mezzo privato e riservandolo alle persone con patologie invalidanti e, se necessario,  ai loro accompagnatori e al personale che prende servizio d'urgenza. Garantite queste necessità si potrebbe valutare la disponibilità residuale di aree di parcheggio per le esigenze del personale sempre con priorità prestabilite e documentabili. E' sicuramente condivisibile, inoltre, che nelle ore notturne i parcheggi all'interno dell'ospedale siano utilizzati dai dipendenti, anche per garantirne la sicurezza. Sappiamo che quello che è avvenuto fino al mese scorso, cioè la riserva di posti auto ai dipendenti in modo generalizzato, ha provocato moltissimi disagi ai malati.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank