Le rompono una spalla e la trascinano sull’asfalto per scipparla, arrestati

blank

Scippata da un uomo nel parcheggio di un supermercato di Castelsangiovanni. I fatti sono accaduti lunedì scorso, 4 luglio. La donna di 67 anni aveva appena lasciato l’auto nel parcheggio del market e si stava avviando a fare la spesa. Improvvisamente, però, la donna è stata aggredita alle spalle da un uomo che le ha afferrato la borsa nel tentativo di strapparla e fuggire. La 67enne, però, ha istintivamente opposto resistenza. Il bandito, dal canto suo, non ha rinunciato e con uno strattone ha gettato a terra la donna caduta rovinosamente sull’asfalto. Non solo, l’aggressore ha trascinato la donna a terra per alcuni metri fino a quando non è riuscito a impossessarsi della borsetta contenente 900 euro in contanti appena ritirati al bancomat dalla vittima. Con il bottino tra le mani lo sconosciuto è fuggito a bordo di un’auto guidata da un complice e in pochi istanti la coppia di malviventi ha fatto perdere le proprie tracce.

blank

 

TOP NEWS MESE: Tragico scontro fra tre auto e una moto a Chiavenna Landi, due morti

 

La 67enne è rimasta a terra con diverse contusioni e una spalla fratturata. Sul posto sono intervenuti i soccorsi del 118 che hanno condotto la donna al pronto soccorso con traumi guaribili in 45 giorni. Sul posto anche i carabinieri che hanno immediatamente ascoltato il racconto delle persone presenti: alcuni testimoni hanno descritto la tipologia dell’auto, altri hanno fornito una targa parziale, altri ancora una descrizione abbozzata dei rapinatori. I militari si sono messi subito all’opera, incrociando le descrizioni fornite con le immagini delle telecamere di sorveglianza disposte lungo le strade limitrofe. Morale, in sole 24 ore i carabinieri sono stati in grado di identificare il bandito e il complice e nella serata di ieri, martedì 5 luglio, si sono recati nelle rispettive abitazioni per arrestarli: si tratta di un 48enne e un 40enne residenti a Castelsangiovanni. Davanti alle forze dell’ordine i due hanno ammesso le loro responsabilità ammettendo di aver commesso il fatto. Purtroppo dei 900 euro non vi era più nessuna traccia e i due hanno spiegato di averli già spesi tutti.

“E’ la dimostrazione di come i carabinieri della provincia di Piacenza siano in grado di agire in modo efficace e veloce, il territorio è presidiato da personale attento e competente” ha detto il comandante della compagnia di Piacenza Stefano Bezzeccheri.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank