Legadue: l’Assigeco batte Udine, trascinata da Hasbrouck

GSA APU UDINE – UCC ASSIGECO PIACENZA 72-79
(16-14, 39-36, 53-64, 72-79)
Udine: Ray 12, Ferrari 6, Traini 2, Zacchetti 8, Okoye 20, Nobile 5, Cuccarolo 8, Pinton 9, Gatto 2, Vanuzzo ne, Chiti ne, Diop. All.: Lardo.
Piacenza: De Nicolao 9, Hasbrouck 23, Dincic 7, Infante 4, Raspino 14, Persico 2, Rossato 7, Brigato, Zucchi ne, Borsato 13. All.: Andreazza.

Avvio lanciato per i padroni di casa della GSA Udine con Okoye sugli scudi: prima mette la tripla, poi schiaccia in tap-in i punti del primo vantaggio dei bianconeri (5-2 dopo 2’). Dincic dalla lunetta spezza il parziale iniziale dei friulani portando i suoi a -3, in un avvio piuttosto freddo al tiro da parte dei biancorossoblù (1/4 da due, 0/5 da tre). Borsato e Raspino trovano le prime triple per l’Assigeco stoppando il nuovo tentativo di fuga di Udine guidata dal duo Okoye-Zacchetti. Alla fine del primo quarto la GSA è avanti 16-14.

Ad inizio secondo quarto coach Lardo decide di schierare la difesa a zona, una scelta che si rivela subito controproducente con Borsato ad infilare la retina friulana dalla media e lunga distanza per il primo vantaggio Assigeco sul 17-19. Okoye continua a dare spettacolo con un’altra schiacciata spettacolare ma Udine non riesce mai a scrollarsi di dosso Piacenza che con Borsato (11 punti con 3 triple) e Hasbrouck (8 punti) impatta la partita a quota 30 al 16’. Allan Ray dopo un primo quarto in ombra sale in cattedra realizzando 9 punti nella seconda frazione che consentono ai padroni casa di mantenere un vantaggio residuo quando si va all’intervallo lungo: 39-36.

L’aggressività della difesa dell’Assigeco, al rientro dagli spogliatoi, frutta l’immediato sorpasso con un parziale di 7-0 grazie ai canestri di Dincic, Hasbrouck e Raspino in campo aperto. Coach Lardo si vede costretto a chiamare timeout. Le difficoltà dei padroni di casa non accennano a terminare, Piacenza ne approfitta prolungando il parziale in proprio favore e volando sul +8 (39-47 al 24’).  Il terzo quarto vede il completo dominio di una ispirata Assigeco che doppia gli avversari nel punteggio (28-14 il parziale), chiudendo la frazione +11 (53-64).

Cuccarolo prova a guidare la rimonta di Udine, Pinton sigla la tripla e nel giro di tre minuti i bianconeri ritornano prepotentemente in partita (62-64). Borsato, Raspino e Hasbrouck tornano a dare nuovo ossigeno a Piacenza scavando un nuovo solco di 8 punti (64-72 al 35’). 
Ancora Hasbrouck in penetrazione firma il +10 per i biancorossoblù al 37’. Ma proprio quando i giochi sembravano essere chiusi, Udine riesce a produrre un nuovo sforzo spingendosi fino al -2. Ci pensa Hasbrouck a lanciare i titoli di coda con la tripla della sicurezza che permette all’Assigeco di tornare alla vittoria dopo due sconfitte consecutive. 79-72 il risultato finale in favore dei ragazzi di coach Andreazza. Il prossimo appuntamento per l’Assigeco Piacenza è fissato per sabato prossimo, 21 gennaio, quando alle 18:30 al PalaBanca, sarà ospite la Tezenis Verona.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank