Maxievasione fiscale: imprenditore rinviato a giudizio

Imprenditore barasino, C.C., è stato rinviato poche ore fa a giudizioin tribunale a Lodi per una maxievasione fiscale da 1,8 milioni dieuro in Iva. Ma per il suo legale tutto si tradurrà, alla fine, in unabolla di sapone. A Lodi è stato rappresentato dall’avvocato GianlucaSala  mentre il legale principale di cui si è avvalso per portareavanti le sue ragioni l’imprenditore lo ha ingaggiato a Milano. Sitratta dell’avvocato Pasquale Balzano Prota che volentieri ha volutospiegare cosa si sosterrà a giudizio. "Per fatto analogo accadutonello stesso tempo con altre società il mio assistito – ha spiegatoieri dal suo studio – è già stato assolto dal tribunale di Lodi inseparato processo. La questione è molto semplice.  Se si compra da unasocietà regolarmente ma questa società non registra le fatture allorala colpa non può essere dell’imprenditore. Dimostreremo semplicementeche noi non sapevamo".

blank
Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank