Furto in Santa Teresa, il responsabile avrebbe fornito le generalità di un

    "Non sono io quello che ha derubato l’anziana signora della borsetta. Mi chiamo Mohseen Matmati, ho 48 anni e sono tunisino, ma non sono quel Mohseen Matmati che ha rubato la borsetta".Sono le parole del vero Matmati in merito al  furto avvenuto venerdì due novembre nella chiesa di Santa Teresa. Probabilmente il tunisino arrestato dai carabinieri subito dopo il colpo nella chiesa di Santa Teresa ha dato false generalità perché clandestino. Probabilmente ha comunicato le generalità di uno suo conoscente, nel tentativo di risultare regolarmente residente a Piacenza e di evitare l’espulsione.Al processo avvenuto in tribunale il giorno seguente l’arresto, il tunisino clandestino presentatosi ancora con il nome del suo connazionale ignaro di tutto, aveva patteggiato quattro mesi di pena. Era stato rimesso in libertà con la sospensione condizionale della pena e  non si era salvato dall’espulsione.

blank
Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank