Lodigiano news, che evita il carcere e chi no

Si erano dedicati al furto di  due escavatori ed erano stati bloccati dalla stradale di Guardamiglio in  A1 tra Lodi e Piacenza. Immediata l’accusa di ricettazione ma niente carcere, com’è stato deciso in tribunale a Lodi, grazie all’indulto nonostante, la condanna a 2 e 3 anni di reclusione. SI tratta  di S.M., 36 anni e M.A, 35 anni, autotrasportatori calabresi. Gli imputatati hanno sempre respinto le accuse, sostenendo di aver comprato le macchine da terzi, quindi di non avere colpe. Comunque in carcere non andranno nemmeno 1 giorno. Non si atteneva alle prescrizioni che il suo status di detenuto agli arresti domiciliari gli imponeva ed è stato così portato in carcere su ordine della procura della Repubblica di Lodi. F.M. 29 anni di Casalpusterlengo, già agli arresti domiciliari per aver tentato di rubare una macchina a Lodi verso la fine del mese di settembre, sfruttava le autorizzazioni che aveva per recarsi al sert per eludere gli obblighi degli arresti domiciliari. I Carabinieri della Stazione di Casalpusterlengo hanno segnalato tre episodi di violazione degli obblighi, così la Procura della Repubblica di Lodi ha potuto a sua volta richiedere l’aggravamento della misura cautelare ordinando l’arresto. L’udienza di convalida in giornata.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank