Al via “Benvenuti Studenti”alternanza scuola lavoro di McDonald’s e Istituto Marconi

blank

Ha preso il via a Piacenza “Benvenuti Studenti”, il progetto di alternanza scuola-lavoro di McDonald’s, presentato il 10 Gennaio presso il ristorante McDonald’s di via Emilia Pavese, 130. Grazie all’accordo con l’istituto paritario G. Marconi, 4 studenti svolgeranno il loro percorso di Alternanza Scuola-Lavoro presso il ristorante di McDonald’s.

blank

Benvenuti Studenti” nasce dalla firma di un protocollo d’intesa con il MIUR, e offrirà a un numero sempre crescente di studenti, l’opportunità di svolgere esperienze formative volte allo sviluppo di competenze specifiche e trasversali, all’interno delle strutture McDonald’s.

Per quanto concerne i 4 ragazzi che hanno iniziato in questi giorni il loro percorso di alternanza, l’istituto paritario G. Marconi ha concordato, insieme al personale McDonald’s, un progetto formativo integrato che si focalizza su alcuni aspetti che permetteranno loro di toccare con mano quanto studiato sui banchi scolastici.

L’obiettivo di Benvenuti Studenti è l’acquisizione e il consolidamento delle cosiddette soft skill, competenze trasversali e relazionali quali la capacità di comunicazione, l’attitudine al lavoro in team, le relazioni interpersonali e il problem solving, capacità fondamentali per l’inserimento in un futuro contesto lavorativo.

 

Gli studenti, seguiti costantemente dal personale McDonald’s con funzione di tutor aziendale, verranno coinvolti nelle mansioni previste dal Piano Formativo concordato con la scuola e il Ministero, utilizzando diverse modalità formative: teoriche in aula, in modalità e-learning e on the job.

  

Presentazione del Progetto:

Benvenuti Studenti” è il progetto di alternanza scuola-lavoro di McDonald’s Italia, che mette a disposizione degli studenti delle scuole superiori del territorio nazionale l’opportunità di svolgere esperienze di alternanza. L’obiettivo è sviluppare le soft skill, ovvero quelle competenze di carattere relazionale e di comunicazione interpersonale fondamentali per approcciare al meglio il mondo del lavoro a prescindere dal ruolo ricoperto.

Gli studenti che seguiranno il percorso di alternanza scuola-lavoro presso i ristoranti McDonald’s saranno coinvolti in mansioni che riguardano l’accoglienza e assistenza della clientela, con momenti di formazione in aula e di training on the job. L’intero progetto formativo prevede la presenza costante di personale McDonald’s con funzione di tutor.

“Benvenuti Studenti” permetterà alle scuole superiori di tutta Italia di stipulare accordi con oltre 500 ristoranti McDonald’s sul territorio, offrendo in ogni Regione la possibilità di accogliere e formare le future generazioni. Saranno gli istituti scolastici a concordare direttamente con i ristoranti le specifiche modalità di implementazione del progetto, come ad esempio tempi e orari all’interno dell’anno scolastico.


PERCHÉ FACCIAMO ALTERNANZA

McDonald’s crede da sempre che maturare esperienze durante gli studi possa aiutare l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. Nel progetto alternanza scuola-lavoro l’azienda ha ricnosciuto la precisa volontà di contribuire a facilitare il collegamento tra scuola e impresa, partendo proprio dall’esperienza concreta degli studenti.

Per questo motivo, McDonald’s ha aderito al progetto, sviluppando un percorso di formazione che si focalizza sullo sviluppo delle soft skill. Queste competenze sono trasversali, ovvero utili all’inserimento nel mondo del lavoro al di là della professione che si intende svolgere o del percorso scolastico. I ristoranti McDonald’s possono infatti divenire una buona palestra per sviluppare competenze quali l’attenzione al cliente, la comunicazione interpersonale, la capacità di lavorare in team e di problem solving.


McDONALD’S TRA I “CAMPIONI DELL’ALTERNANZA”

McDonald’s fa parte dei “Campioni dell’alternanza” selezionati dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, 16 organizzazioni (aziende, ordini professionali e terzo settore) che hanno messo a disposizione circa 27.000 esperienze di alternanza – migliaia delle quali offerte da McDonald’s. Queste esperienze di alternanza sono accomunate da tre fattori: un numero significativo di ragazzi coinvolti, esperienze di qualità in cui si uniscono momenti pratici ad attività formative e informative, e percorsi innovativi.

 


L’ESPERIENZA DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO DI McDONALD’S

“Benvenuti Studenti”, secondo quanto definito da Miur in materia di alternanza, prevede un range di ore raccomandato pari a 50-100 ore per i licei e a 120-170 ore per istituti tecnici e professionali. Considerando un impegno di 4 ore al giorno per 6 giorni a settimana, la durata raccomandata è di 2-4 settimane per i licei, e di 5-7 per istituti tecnici e professionali.

Gli studenti che svolgeranno il percorso di alternanza Scuola-lavoro presso i ristoranti McDonald’s saranno coinvolti in mansioni che riguardano l’accoglienza della clientela, l’assistenza in fase di ordine, il servizio al tavolo, l’interpretariato per clienti stranieri e le attività di animazione con i bambini. I momenti di formazione si concentreranno invece in particolare su temi come: la sicurezza alimentare, le relazioni con il pubblico, i processi di approvvigionamento e preparazione degli alimenti, le diverse figure professionali in azienda, il modello di franchising, la supply chain in ambito alimentare.

L’intero progetto formativo prevede la presenza costante di personale McDonald’s con funzione di tutor, a cui lo studente può rivolgersi in ogni momento.

In fase di definizione e sviluppo del progetto “Benvenuti studenti”, McDonald’s ha commissionato all’Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo l’indagine “Giovani e soft skill tra scuola e lavoro”. Si tratta del primo studio basato su un campione rappresentativo di giovani italiani tra i 18 e i 30 anni, ovvero nel pieno della transizione tra scuola e lavoro. McDonald’s ha chiesto all’Istituto Toniolo, ente fondatore e garante dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, un approfondimento al “Rapporto Giovani” focalizzato sull’esperienza formativa e sul ruolo delle soft skill, ovvero quelle competenze trasversali di carattere relazionale riconosciute ad oggi come uno dei pricipali gap che ostacolano i giovani nella collocazione nel mondo del lavoro.

Le evidenze dell’indagine hanno contribuito dunque a rendere il progetto di alternanza scuola-lavoro di McDonald’s, “Benvenuti Studenti”, davvero aderente alle necessità degli studenti che ospitiamo e ospiteremo nei circa 500 ristoranti attraverso accordi sul territorio.

Il programma “Benvenuti Studenti” nasce dalla firma di un Protocollo d’Intesa con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

I risultati della ricerca “Giovani e soft skill tra scuola e lavoro”, coordinata dal Prof. Alessandro Rosina, docente di Demografia Statistica e Sociale all’Università Cattolica, offrono uno spaccato inedito circa le aspettative dei ragazzi rispetto a ciò che ritengono necessario per affrontare il mondo del lavoro.

Il 90% di loro ritiene particolarmente utile un’esperienza di alternanza scuola-lavoro durante le scuole superiori perché capace di integrare in modo solido le loro competenze di base.


SUMMARY  DEI RISULTATI DELL’INDAGINE

I dati dell’indagine condotta su un campione rappresentativo su scala nazionale di 2.400 individui, tra i 18 e i 30 anni con un focus su 900 persone di età compresa fra i 18 e i 23, mostrano come i giovani siano per la quasi totalità desiderosi di mettersi alla prova. Lo dimostrano chiedendo alla scuola esperienze formative in ambiente lavorativo che possano servire ad integrare in modo convincente le loro competenze di base acquisite sui banchi, le cosiddette “hard skill”, ossia le nozioni acquisibili con un titolo di studio.

Quasi il 90% ritiene, infatti, che fare un’esperienza di lavoro durante gli ultimi anni della scuola superiore possa essere estremamente utile. Questo dato è significativo poiché, nel mondo eterogeneo dei giovani italiani, è difficile trovare un tema sul quale essi siano così ampiamente d’accordo e in modo pressoché unanime. Significativo, inoltre, notare come l’interesse sia espresso non solo da chi frequenta istituti tecnici o professionali ma da coloro che hanno frequentato o stanno frequentando i licei; un interesse che si estende in particolare anche a chi è già lavoratore e non ha potuto fare esperienze di alternanza.

L’indagine svela come i giovani considerino questa esperienza come la più proficua nello sviluppo delle “soft skill” rispetto all’esperienza in classe. Più specificamente ritengono che per tutte le competenze trasversali (dettagliate di seguito), la preparazione scolastica non sia sufficentemente a quanto richiesto dal mondo del lavoro. Sarebbe proprio un’esperienza di alternanza, la strada maestra per colmare efficacemente questo gap.

Entrando nel merito delle soft skill ritenute più importanti per affrontare il passaggio da scuola a impresa troviamo: l’abilità nella comunicazione interpersonale (86,2%), il desiderio di imparare (86,1%), la capacità di problem solving (85,6%), la disciplina, la costanza e l’attenzione ai dettagli per il raggiungimento di obiettivi (85,2%) e il senso di responsabilità (84,9%).

Per lo sviluppo di queste competenze, l’esperienza di alternanza scuola-lavoro nei ristoranti di McDonald’s produrrebbe un impatto positivo. I benefici maggiori, rispetto alla dotazione base della scuola, si otterrebbero, infatti, sulla capacità di lavorare in team, sulle abilità comunicative, sull’autocontrollo, sulla capacità di relazionarsi in modo adeguato con gli adulti e sulla capacità di gestire i conflitti e la leadership.

Si tratta di competenze che i giovani considerano tra le più importanti sia per il mondo del lavoro che per la crescita personale, e che peraltro sono proprio quelle che gli esperti di risorse umane considerano utili nella valutazione dei candidati.

 

 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank