Alloggi popolari a Castel San Giovanni, col nuovo regolamento aumentano gli assegnatari italiani

La segreteria provinciale della Lega di Piacenza prende atto con soddisfazione degli esiti del bando di assegnazione degli alloggi ERP del comune di Castel San Giovanni che ha visto collocarsi tra i primi posti della graduatoria una significativa percentuale di italiani residenti storici nel Comune.

“Tale risultato è frutto della ponderata e coraggiosa scelta dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Lucia Fontana di modificare i criteri per l’attribuzione dei punteggi utili alla formazione della graduatoria di assegnazione delle case popolari, attribuendo più punti ai residenti storici, ed introducendo, per la prima volta, un bonus punti aggiuntivo ai richiedenti i cui ascendenti hanno risieduto nel Comune per almeno vent’anni. La segreteria provinciale condivide ed elogia la scelta innovativa dell’amministrazione comunale che ha portato a riconoscere una premialità a coloro che effettivamente vivono da più tempo nel comune, scelta ispirata da un concetto di cui la Lega si è sempre fatta sostenitrice: le case popolari sono un patrimonio pubblico e sono state costruite con il denaro dei cittadini residenti nel Comune. E’ pertanto giusto premiare chi ha un forte radicamento con il territorio, tanto più se questo legame è risalente da generazioni. Sono i residenti coloro che hanno contribuito alla costruzione del welfare comunale e occorre tener conto dei sacrifici generazionali sostenuti dai nostri genitori e nonni che hanno consentito la costruzione di alloggi da destinare a cittadini meno fortunati e più bisognosi”.