Assemblea dei soci di Piacenza Expo: “Fiera significa sviluppo economico per tutto il territorio”

Piacenza + Fiera = sviluppo economico. Con questa formula l’amministratore unico di Expo, Giuseppe Cavalli (il primo Amministratore unico per decisione della nuova Amministrazione comunale; finora l’Expo era retta da un Consiglio d’amministrazione) ha aperto ieri pomeriggio l’Assemblea dei Soci di Expo nella quale la maggioranza è detenuta dal Comune, con soci rilevanti – nell’ordine – la Camera di Commercio, la Banca di Piacenza e il Crédit Agricole, oltre all’Amministrazione provinciale. Cavalli ha illustrato un ampio programma di iniziative, annunciandone anche i particolari organizzativi ma soprattutto tematici, tesi quindi alla valorizzazione dei prodotti tipici, delle nostre tradizioni, delle nostre eccellenze. Nel programma anche la possibilità di costruire un eliporto (l’Amministratore unico ha esposto due soluzioni: una circolare e un’altra ellittica) ed una sinergia con il Palabanca: iniziative tutte – negli intenti dell’Amministratore unico – che si autofinanzierebbero.

blank

La relazione programmatica è stata accolta con grande favore dai soci dell’Expo presenti, in rappresentanza pressoché dell’intera compagine sociale. Sulla situazione amministrativa dell’Ente, è stata distribuita un’ampia documentazione dalla quale risulta che nell’esercizio 2015 si è avuta una perdita di 440mila euro e, nel 2016, un risultato d’esercizio positivo di 111mila euro. Per il 2017, si prevede una perdita di 397mila euro e, per il 2018, un risultato positivo di 177mila euro. Per il 2019 (in funzione delle nuove iniziative programmate e, in particolare, della organizzazione di una nuova Fiera del colore, l’organizzazione della cui prima edizione risale all’idea e al disegno progettuale dell’attuale Amministratore unico dell’Ente) è previsto di contenere lo sbilancio, abitualmente superiore ai 300-400mila euro, in 72mila euro.

All’esposizione dell’Amministratore unico sono seguiti diversi interventi, fra cui quello dell’assessore avv. Passoni del Comune di Piacenza che ha espresso apprezzamento per la nuova gestione di Expo. Nel corso della discussione è emerso che la Regione ha già deliberato di uscire da Piacenza Expo nella quale è presente con una minima percentuale, e cioè con l’1% (non ha invece mai concesso contributi). Relazione programmatica e conto economico sono stati approvati entrambi all’unanimità, con peraltro l’astensione del Crédit Agricole. Nel corso dell’assemblea è stata approvata all’unanimità la proposta di incaricare DFK Italia come società di revisione.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank