Valorizzare il talento dei ragazzi autistici, a Volontariato in Onda ospite l’Associazione La Matita Parlante – AUDIO

Associazione La Matita Parlante
Piacenza 24 WhatsApp

Valorizzare il talento dei ragazzi autistici, a Volontariato in Onda ospite l’Associazione La Matita Parlante. Il programma è realizzato da Radio Sound e da Csv Emilia – Centro Servizi per il Volontariato di Piacenza.

L’associazione La Matita Parlante nasce da un sogno di Insegnanti, educatori del Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda USL di Piacenza e professionisti che lavorano nel settore della cultura a Piacenza per favorire la partecipazione sociale di ragazzi con disabilità in particolare affetti da disturbo dello Spettro autistico.

Ad oggi spiega Paola Rossi del membro direttivo dell’Associazione La Matita Parlanteabbiamo 67 volontari e la maggior parte dei nostri soci è proprio composta da giovani con disturbo dello Spettro autistico che promuovono direttamente i nostri progetti. Questa realtà è nata per valorizzare il talento dei ragazzi che sono particolarmente dotati nel campo della scrittura e dell’illustrazione. In particolare l’Associazione vuole essere un trampolino di lancio per loro per costruire occasioni di inclusione sociale e lavorativa. Soprattutto attraverso la realizzazione di libri e collaborazioni con Musei, Biblioteche o Aziende del nostro territorio”.

Quali sono gli ultimi progetti

“Negli ultimi anni abbiamo esplorato un po’ il contesto abitativo. Avviando proprio alcuni progetti di cohousing nel piacentino.

Il rapporto con i ragazzi dà un arricchimento reciproco

“Ci stupiscono sempre. E’ importante dargli delle opportunità. Una volta che hanno delle occasioni mettono in campo tutte le loro risorse, come ad esempio per il progetto In-BOOK. Abbiamo creato la prima redazione in Italia composta da ragazzi autistici con un particolare talento nel campo dell’illustrazione e della scrittura. Ogni giorno i ragazzi entrano in redazione e lavorano all’ideazione, scrittura e illustrazione di nuove storie. Le storie vengono poi tradotte in simboli e in collaborazione con gli alunni della Scuola Media Calvino di Piacenza, diventano anche audioletture e poi storie che vengono messe in scena in occasione di eventi pubblici.

Cosa sono gli In-Book

Gli IN-Book sono libri illustrati, sempre composti da un’immagine grafica e dalla relativa parola alfabetica scritta in alto. Il bambino riconosce l’immagine, il lettore la parola. L’affiancamento testo-simbolo risulta fondamentale nella Comunicazione aumentativa alternativa (CAA) e permette quindi ai bambini con disturbi della comunicazione di comprendere il testo e ai loro genitori di poter interagire attivamente con loro. 

L’ascolto della lettura ad alta voce da parte dell’adulto è infatti un’attività importantissima per la crescita. Per questo gli IN-Book rappresentano un fattore di prevenzione e supporto precoce per le situazioni di rischio linguistico e dello sviluppo, per chi presenta problemi di comunicazione e di attenzione, ritardo del linguaggio, scarso interesse per la lettura o difficoltà di comprensione in quanto straniero.

Gli IN-Book sono difatti libri per tutti i bambini perché favoriscono un approccio naturale e spontaneo alla lettura, facilitando le relazioni. Possono avere un utilizzo domestico ma anche scolastico se utilizzati anche nelle scuole materne, nelle biblioteche o in strutture scolastiche analoghe. Peculiarità di questi particolari libri è che sono creati in toto da ragazzi autistici e correlati dalle audio letture.

Iscriviti per rimanere sintonizzato!

Radio Sound
blank blank