“Attraverso la Città” Domenica 1 Ottobre 2°evento collaterale alla Mostra

blank

 

blank

DOMENICA 1 OTTOBRE 2017 ” attraverso la città “.

Visita guidata in bicicletta alla scoperta dei più preziosi crocifissi scolpiti e dipinti custoditi nelle Chiese cittadine si tratta del Secondo evento collaterale alla mostra

Dopo l’ottima partenza della mostra evento Attraverso. La Croce di Lampedusa racconta Piacenza attraverso lo sguardo di nove fotografi, inaugurata sabato 23 settembre e visitata nei primi giorni di apertura da circa 200 persone, domenica 1 ottobre 2017 va in scena il secondo evento collaterale intitolato Attraverso la città.

 Opera Pia Alberoni, Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Piacenza-Bobbio e Associazione Velòlento propongono una visita guidata in bicicletta alla scoperta dei più preziosi e antichi Crocifissi dipinti e scolpiti custoditi nelle Chiese cittadine.

Un percorso in bicicletta, a cura di Maria Rosa Pezza, per scoprire i tesori e la bellezza della nostra città e una mobilità sostenibile.

Il ritrovo è previsto alle ore 14.45 davanti alla Chiesa di San Savino che costituisce la prima tappa di questa biciclettata culturale.

 

Il percorso infatti avrà inizio con la visione del Crocifisso ligneo del XII secolo custodito nella Chiesa di San Savino, proseguirà con la visione dell’antico Crocifisso della Chiesa di Santa Brigida e di quello realizzato da Jan Geernaert custodito nella Chiesa di San Dalmazio; la visita permetterà inoltre di accedere alla Chiesa di Santa Chiara e di apprezzare l’antico Crocifisso in essa esposto.

L’itinerario si concluderà con la visione della Basilica di Sant’Antonino che presenta lo straordinario gruppo ligneo della Crocifissione realizzato nel XV secolo.

Il percorso si concluderà alle 18.20 circa presso la Basilica di Sant’Antonino.

In caso di pioggia l’iniziativa sarà annullata.

Questo secondo evento collaterale alla mostra che ha per protagonista la Croce di Lampedusa nel suo incontro con la città di Piacenza, vuole, proprio a partire dalla contemporaneità del simbolo costruito con i legni consunti delle barche dei migranti, risalire nella storia e svelare ai visitatori i più antichi Crocifissi realizzati, esposti e custoditi nelle Chiese cittadine.

Sarà un’occasione anche per vedere alcune Chiese meno accessibili come, per esempio, Santa Chiara.

 La Galleria Alberoni aperta venerdì, sabato e domenica pomeriggio

Per tutti coloro che non potranno partecipare alla biciclettata culturale, domenica 1 ottobre, alle ore 16, presso la Galleria Alberoni, si terrà la visita guidata alla scoperta del patrimonio artistico e scientifico del Collegio e della Galleria Alberoni. L’itinerario condurrà anche alla scoperta della mostra fotografica attraverso, che in 50 foto e alcuni suggestivi ingrandimenti racconta l’incontro tra la Croce di Lampedusa e la città di Piacenza.

La mostra è visitabile venerdì, sabato e domenica dalle ore 15.00 alle ore 18.00

 Percorsi accompagnati alla mostra, alla Galleria e al Collegio (Ecce Homo, Appartamento del Cardinale e Biblioteca monumentale)

venerdì e sabato, alle ore 16.00 e alle ore 17.00

 Visita guidata alla mostra, alla Galleria e al Collegio (Ecce Homo, Appartamento del Cardinale e Biblioteca monumentale) domenica, ore 16.00

DENTRO LA VISITA 

Una biciclettata in 5 tappe alle scoperta dell’arte del Crocifisso in Piacenza

San Savino – I Mosaici e il Crocifisso XII secolo

La Chiesa, voluta dal secondo vescovo di Piacenza, Savino, si trovava un tempo in  una delle aree cimiteriali esterne alle mura della città. Ricostruita più volte nei secoli, presenta oggi tracce di stili e architettonici e interventi diversi. Vanta all’interno vaste aree di pavimentazione musiva ed un crocifisso ligneo del XII secolo.

Santa Brigida – Il Crocifisso ligneo di san Raimondo Palmerio

Piazza Borgo, culla della crescita della borghesia nella nostra città, ospita dal IX secolo un luogo di culto dedicato ad una santa irlandese: Brigida di Kildare. In passato fu luogo di sosta e accoglienza di pellegrini principalmente irlandesi. Non stupisce che la tradizione ricordi la devozione di un noto pellegrino, Raimondo Palmerio , per il crocifisso ligneo conservato in questa chiesa.

 

San Dalmazio – Il Crocifisso di Jan Hermansz Geernaert  (XVIII seolo)

Originariamente (XI secolo) chiesa di un piccolo monastero con funzione di priorato, dipendente dal più noto monastero benedettino di Val Tolla. E’ l’unica realtà intra moenia tra quelle prese in considerazione in questo itinerario. Soppressa nel 1800 venne riaperta come oratorio ducale al tempo di Maria Luigia d’Austria quindi oratorio Reale con Carlo III di Borbone.

Notevoli la cripta e il crocifisso ligneo del maestro fiammingo Jan Geernaert.

Santa Chiara – Crocifisso consegnato dagli Angeli

Chiesa del XIII secolo ricostruita nella prima parte del 1600, faceva parte in origine di un antico complesso monastico. All’interno, nella sfarzosa decorazione, un crocifisso di ignota origine. Fu nei secoli considerato miracoloso e portato in processione in Cattedrale una volta all’anno con grande concorso di popolo.

 

Basilica di Sant’Antonino – Gruppo ligneo della Crocifissione (XV secolo)

La visita termina presso la chiesa dedicata al Santo patrono di Piacenza il cui corpo martirizzato venne riconosciuto da S. Savino. Anche questa chiesa, sorta nei pressi di un’area cimiteriale della città, ha subito numerosi interventi nel corso dei secoli. Tra le diverse opere di arte sacra, considerevole è il gruppo ligneo della crocifissione del XV secolo.

 

Raduno alle 14,45 presso San Savino.

Fine visita alle 18,20 presso S.Antonino.

 

 

 

 

DENTRO LA MOSTRA

ATTRAVERSO è una emozionante mostra fotografica evento, che presenta circa 50 immagini, stampate in alta qualità, in un viaggio attraverso la Croce di Lampedusa e la città di Piacenza, suddiviso in tre sezioni.

La mostra si propone di collegare Piacenza e il mondo. Se da un lato infatti ogni fotografia ritraendo la Croce di Lampedusa evoca la situazione attuale del mondo, nella quale oltre 65 milioni di persone, un numero senza precedenti, sono state costrette a fuggire dal proprio Paese, dall’altro ogni immagine svela un luogo importante della nostra città, carico di storia, di cultura, di spiritualità e di impegno nella cura e nel riscatto dell’uomo e delle sue fragilità.

Il percorso di mostra si presenta come un viaggio nel dramma dei migranti raccontato dai legni consunti della Croce di Lampedusa, ma anche come un cammino attraverso la storia e l’attualità di Piacenza.

L’itinerario vuole infatti raccontare Piacenza attraverso la Croce di Lampedusa.

 

La mostra, oltre alle fotografie esposte, propone anche ingrandimenti di alcune foto ritenute particolarmente simboliche.

 

 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank