Banca di Piacenza, utile netto a 15,9 milioni, crescita del 29,09% rispetto al 2020. Erogati, nel 2021 oltre 370 milioni di euro di finanziamenti

Banca di Piacenza, il rilancio dell'economia del territorio e l'intervento dopo il maltempo che ha colpito la Val d'Arda
Banca di Piacenza

Le prime risultanze del 2021 (in attesa che il Cda approvi l’intero progetto di bilancio e la Società di revisione termini l’attività con il rilascio della relativa certificazione) evidenziano un utile netto in aumento del 29,09% rispetto a dicembre 2020 e pari a 15,9 milioni di euro, confermando così l’andamento positivo del 2021.

I dati della raccolta complessiva da clientela evidenziano un incremento del 7,5% rispetto al 2020, superando i 6 miliardi di euro. All’interno dell’aggregato, la raccolta diretta ha registrato una variazione positiva del 9,19%, conseguita grazie alla crescita dei conti correnti e depositi a vista. Positivo anche l’andamento della raccolta indiretta, che vede aumentare il comparto del risparmio gestito da 2.277,20 a 2.467,10 milioni di euro

blank

(+ 8,34%), con un’incidenza del 77,69% sul totale della raccolta indiretta.

Il volume degli impieghi netti verso la clientela ammonta a 2.062,7 milioni di euro, registrando un aumento del 6,18% rispetto al 2020 (1.942,7 milioni di euro). Continuo è il sostegno della Banca alle famiglie e imprese del territorio, adempiendo così al proprio ruolo di bancalocale.  Nel corso del 2021 sono stati erogati oltre 370 milioni di euro di nuovi finanziamenti. Nello specifico, i prestiti destinati all’acquisto della prima casa sono cresciuti del 55,49% rispetto all’anno precedente.

Il crescente numero di conti correnti (+2,28%) e di Soci (+1,38%) evidenzia la costante fiducia che il tessuto sociale del territorio di riferimento ripone nella Banca, per la sua capacità di creare ricchezza in modo continuo, costante nel tempo.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank