Basket in carrozzina: sconfitta al fotofinish a Brescia

OMAL ICARO BRESCIA 50
BULLA BASKET 47
(15-14; 23-24; 37-36)
OMAL ICARO BRESCIA: Caraghioz, Conti 17, Spanesai 4, Cancelli 9, Fynn 20, Zola, Baroni,
Faifer, Maminasri, Blakay, Savardi, Danesi. All.: Calvi
BULLA SPORT OSPEDALE G.VERDI: Preka, Magro S 22, Sbordi 6, Botti 15, Lago; Zeni 2,
Petesi 2, Oddi, Nani. Ne: Frosi. All.: Zeni
ARBITRI: Giazzi e Gatani
Scivolone a sorpresa della Bulla Sport Ospedale G.Verdi costretta ad alzare bandiera bianca sul parquet del “Centro Sportivo San Filippo” in una sfida giocata costantemente sul filo dell’equilibrio e decisa solo nell’ultimo giro di lancette. Il terzo turno d’andata è indigesto ai
piacentini, ancora a secco “on the road”: pur giocando con energia e intensità Giovanni Zeni e compagni non riescono a far valere il proprio talento nelle ultime due giocate dando modo ai padroni di casa di piazzare i colpi decisivi che valgono aggancio e sorpasso nel giro di un amen.
Eppure la Bulla Sport Ospedale G.Verdi (22/65 da due, 3/6 da tre) approccia con la giusta determinazione la contesa mettendo da subito velocità in transizione e buona decisione nella fase difensiva per frenare l’impeto di Conti e Fynn, i giocatori più pericolosi del Brescia. Salvatore Magro e Botti sono la guida della Bulla Sport Ospedale G.Verdi nella prima parte di gara con il copione altalenante fra le due squadre con vantaggi minimi per parte. Sono i tanti errori al tiro che non consentono ai piacentini di allungare il divario a cavallo dell’intervallo lungo. Brescia trova anche la produttività di Cancelli e rimane in scia mettendo ancora il naso avanti alla terza sirena.
Quelli della Bulla Sport Ospedale G.Verdi si fanno prendere dalla frenesia simboleggiata da qualche possesso gettato alle ortiche e dal troppo nervosismo verso la coppia arbitrale sfociato in due falli tecnici. Preka e Lago diventano protagonisti nel momento decisivo, soprattutto a rimbalzo, spingendo la formazione piacentina a riprendere l’inerzia, senza però riuscire a chiudere il discorso.
Brescia sfrutta la nuova possibilità e a1’ dalla fine aggancia la Bulla Sport Ospedale G.Verdi (47- 47) che dal canto suo ha la lucidità ridotta al lumicino. Mentre i piacentini litigano con il ferro, i padroni di casa infilano il canestro vincente rendendo amari gli auguri di Buon Natale alla squadra di coach Zeni.
L’inopinata sconfitta non impedisce ai componenti della Bulla Sport Ospedale G.Verdi di assaporare l’atmosfera natalizia approfittando anche della tradizionale sosta di fine anno che ferma i campionati fino a metà gennaio. I piacentini hanno tempo per rilassarsi e riprendere ad allenarsi forte per tornare in campo motivati e determinati nel nuovo anno. Si riprende sabato 13 gennaio
(palla a due alle 16) con la partita casalinga contro Torino.

blank

Gli altri risultati della terza giornata di andata:
Torino-Bologna 50-53; Genova-Sassari 58-83; Parma-Seregno 71-54.

La classifica: Sassari, Parma 6; Genova 4; Bulla Sport Ospedale G.Verdi, Bologna, Seregno,Brescia 2; Torino 0.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank