Terrepadane, un altro bilancio con il segno più

Undici anni consecutivi di bilanci positivi per il Consorzio Agrario Terrepadane, più fatturato ma soprattutto più investimenti. Ha posto l’accento sulla solidità e sulla continuità il direttore generale Dante Pattini. Venerdì 29 marzo è stato votato e approvato il progetto preliminare di bilancio per l’esercizio 2018 che verrà portato all’assemblea generale di fine maggio. Il fatturato complessivo di Terrepadane, rispetto al 2017, è cresciuto di circa 2 milioni di euro, ponendosi stabilmente oltre la soglia dei 182 milioni. Questi i dati principali del bilancio Terrepadane.

Analizzando in dettaglio l’andamento del 2018, spicca sicuramente l’incremento di fatturato del settore Macchine Agricole. In questo ambito Terrepadane che si conferma leader di mercato nella provincia di Piacenza.

Inoltre, è molto positivo il settore dei concimi liquidi con le nuove linee prodotte nello stabilimento Multiliquid di Fiorenzuola.

Sempre alta anche l’attenzione all’ambiente e all’acqua. La fertirrigazione continua a crescere eil Consorzio Agrario è leader nel mercato del pomodoro a Piacenza. Si stanno aprendo sbocchi interessanti nella subirrigazione di nuove colture, quali pioppo, erba medica e mais. Anche il settore mangimi merita attenzione. Il buon andamento dell’offerta Emilcap e soprattutto della nuova linea Stelvio. Linea che ha registrato una grande crescita dei volumi di vendita dopo un solo anno.

“Ci tengo a rimarcare – ha concluso il presidente Marco Crotti – la crescita dei contratti di coltivazione, circa 40 mila tonnellate. Le azioni gratuite distribuite ai soci, circa 43mila negli ultimi cinque anni, proporzionali all’utilizzo dei servizi della cooperativa”.