Calcio, ecco i “Punti di vista” di Andrea Amorini: Pistoiese – Piacenza

Arezzo - Piacenza

Ci sta. La sconfitta di Pistoia seppur inattesa fa parte del percorso di una squadra che fino ad oggi ha schiacciato sull’acceleratore a tavoletta ed ora deve rifiatare. Anche perché dall’inizio del campionato il turno over è stato molto limitato anche e non solo per le problematiche fisiche che hanno avuto diversi giocatori. Ora obtorto collo sarà necessario prendere il coraggio a due mani perché solo concedendo minuti a quelli che fino ad ora non li hanno avuti si potrà permettere alla squadra di recuperare condizione e soprattutto capire se le alternative possono essere di vero supporto per l’obiettivo di una squadra che è chiaramente quello di lottare fino alla fine per il vertice. Un mese e mezzo di osservazione perché alla finestra di gennaio è necessario arrivare con le idee chiare sapendo se e come è necessario muoversi sul mercato. La solita considerazione finale riguarda la postura del corpo dei giocatori in area di rigore. E’ oramai assodato che quando si difende in area le braccia è necessario tenerle dietro il corpo, ed è necessario andare in quella direzione. Troiani purtroppo ricasca nell’errore di Albisola e ancora una volta si fa trovare con le braccia non in posizione corretta. Che sia o non sia un suo errore credo sia necessario intensificare gli allenamenti in quella direzione.

blank
Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank