Calcio, serie C: il Piacenza strapazza il Prato. L’analisi della partita nei “Punti di vista” di Andrea Amorini

Punti di vista, Piacenza calcio

E’ un Piacenza a geometrie variabili quello che ha stravinto con il Prato ed è un Piacenza che probabilmente per la prima volta convince anche dal punto di vista dell’impianto del gioco. Lo avevamo anticipato e sperato nel dopo Pisa, il nuovo modulo tattico che Franzini aveva scelto avrebbe avuto futuro ma non pensavamo con questa rapidità. Abbiamo parlato di un Piacenza ad assetto variabile perché la squadra parte con un 4-3-3 ma in corso d’opera può diventare un 4-3-1-2 o anche un 4-4-2 in fase difensiva grazie alla duttilità ed alla intelligenza tattica di Scaccabarozzi che in questo ruolo diventa il giocatore determinante che il Piacenza aveva seguito nella scorsa stagione. E’ lui attualmente il giocatore chiave di volta di questo nuovo credo tattico permettendo al Piacenza di essere difficilmente leggibile dagli avversari. La nota stonata di ieri la gratuita espulsione di Romero, giocatore che in rosa ed in questo modulo tattico non ha reali alternative.

blank
Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank