Carlo Dodi: “Dopo essere stato a un passo dalla morte vedo le cose in modo diverso, viviamo una vita frenetica che allontana dai valori” – AUDIO

Carlo Dodi: "Sono quasi morto, ora vedo le cose in modo diverso" - AUDIO
Radio Sound
Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza
blank blank blank

Carlo Dodi, noto personaggio a Piacenza, ha parlato della sua lotta al Coronavirus: “Dopo essere stato a un passo dalla morte vedo le cose in modo diverso, viviamo una vita frenetica che allontana dai valori”. Durante l’intervista a Radio Sound lo storico titolare della Birreria Tuxedo di via Colombo ha raccontato le sensazioni provate al ritorno a casa dopo il drammatico periodo vissuto all’Ospedale Covid di Castel San Giovanni. Ora Carlo, sta meglio, ma è in attesa dei due tamponi per essere definito “guarito” dal Coronavirus.

Il ritorno a casa è stato da brivido. Appena sceso dall’ambulanza ho visto le persone sui balconi che applaudivano e mi chiamavano. Mi sono emozionato ed è scesa qualche lacrima. Sembravo la star in uno stadio durante un concerto rock“.

I medici e la tua forza nel non mollare ti hanno salvato la vita.

Un medico disse: Carlo noi lo abbiamo preso che era dall’altra parte del mondo e messo su questo letto. Poi ci sono stati i messaggi sui social a darmi forza, li leggevo anche con il casco. Lottavo per vivere e questo affetto mi ha dato la spinta per non lasciarmi andare

Come sei cambiato dopo la terapia intensiva?

Vedo la vita in modo completamente diverso a prima. Perché trovo dei valori diversi in me e nelle persone. Infatti in questa corsa frenetica della vita tralasciamo tante cose, dalla famiglia agli amici. Cose che non tornano più, ma ora è tutto cambiato per me“.

Carlo Dodi: “Dopo essere stato a un passo dalla morte vedo le cose in modo diverso” – AUDIO INTERVISTA

Fase Due – Confesercenti Piacenza

Fase Due Coronavirus in Italia.