Carne e alimenti scaduti e conservati in ambienti sporchi, nei guai negozio piacentino

Quasi duecento chili di alimenti scaduti e senza indicazioni di provenienza. E’ quanto hanno sequestrato i NAS di Parma in una macelleria della provincia di Piacenza. I carabinieri hanno effettuato numerosi sopralluoghi all’interno di vari esercizi e solo in questo sarebbero state trovate gravi carenze nella conservazione del cibo. In particolare si parla di carne conservata in ambienti caratterizzati da “sporco diffuso, umidità sulle pareti e vistose ragnatele”. Inoltre nello stesso negozio sono stati trovati prodotti di gastronomia “senza alcuna indicazione sulla loro provenienza ed in parte scaduti di validità”. In tutto sono stati sequestrati prodotti per un totale di 177 chili, mentre il titolare è stato sanzionato per 4500 euro.