Carpi – Piacenza , il punto sugli avversari dei biancorossi con Federico Sabattini – AUDIO

carpi - piacenza, piacenza calcio, carpi
Radio Sound
Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza.

Il giornalista di Parlandodisport.it ci presenta il Carpi, prossimo avversario del Piacenza calcio.
Carpi – Piacenza, alle 15:00 di domenica, è in diretta su RADIO SOUND

Un Piacenza rinfrancato prova a stuzzicare la squadra più in forma del girone. Sono queste le premesse del match che accenderà il “Sandro Cabassi” domenica pomeriggio a Carpi. La squadra di Riolfo, terza e fresca di un 5-1 alla Reggiana, ospita la truppa di Franzini. Settimi in graduatoria i piacentini, hanno ritrovato il morale alto grazie al primo successo nel 2020: il gol di Della Latta ha spezzato un incantesimo.

Domenica i biancorossi (lato Piacenza) non avranno niente da perdere, contro una squadra che invece deve vincere per alimentarsi del sogno promozione diretta. La pressione è tutta sugli avversari, il che dal punto di vista tattico e della gestione dell’incontro potrebbe favorire Pergreffi e soci.

La presentazione del Carpi nelle parole di Federico Sabattini, giornalista per Parlandodisport.it

“Il Carpi ha rifilato un secco e netto 5-1 alla Reggiana. Dopo una settimana difficile, con il silenzio stampa imposto dal patron Bonacini per via della semi-figuraccia di Rimini, i biancorossi hanno risposto sul campo. Dopo l’iniziale gol di Zamparo (Reggiana), il Carpi ha reagito alla grande sfruttando tutti gli errori della Regia”.

Come gioca la squadra di Riolfo?

“Punta molto sulla difesa a 4, e su giocatori che ad inizio stagione sembravano in partenza. Parlo di Pezzi e Ligi. Poi a centrocampo c’è Saber (ex della sfida), e là davanti tra Cianci (domenica scorsa tripletta) e Biasci (7 gol nelle ultime 6), Riolfo ha l’imbarazzo della scelta. Ad inizio stagione si parlava di stagione transitoria, mentre il Carpi ha lavorato bene ed occupa meritatamente i piani alti della classifica”.

C’è voglia di promozione diretta?

“Attualmente occupano il terzo posto. Era fondamentale vincere con la Reggiana per mantenere vivo il sogno promozione, però il Vicenza rimane favorito. Se non dovesse arrivare al primo posto, ci sarà la possibilità di fare dei grandi playoff”.

All’andata finì 2-1 per il Piacenza. Cosa ti aspetti dal ritorno?

“Mi aspetto una partita completamente diversa. Un match aperto ad ogni risultato, poiché i padroni di casa dovranno dare seguito al buon momento. Mentre il Piacenza arriva dalla bella vittoria contro il Ravenna, rilanciandosi in un campo difficile”.

“Cianci e Biasci sono i due giocatori più pericolosi, ma attenzione anche a Saber, Ligi e Pezzi. La squadra di Riolfo ha tantissimi elementi di grande livello per la categoria”.

L’intervista completa a Federico Sabattini in vista di Carpi – Piacenza calcio