Case popolari, il comitato Rete: “Criminalità organizzata e cittadini abbandonati”

Il Presidente del Comitato “Rete” Manuel Radaelli denuncia ancora una volta la presenza della criminalità organizzata al Peep; dopo le ennesime automobili date alle fiamme, e la mancanza di aiuto ai cittadini in difficoltà.

“Siamo di fronte ad un altro preoccupante episodio che colpisce il quartiere Peep; purtroppo pare che non sono prese le giuste contromisure per arginare il fenomeno criminale. Non possiamo parlare di casi isolati, ormai il numero di auto bruciate è elevato; sono chiari segnali di avvertimento ai residenti che esiste una contesa delle strade.”

blank

“Le istituzioni devono assolutamente tornare a garantire sicurezza e legalità – prosegue Radaelli – e mandare allo sbaraglio poche volanti non è la soluzione ad una situazione drammatica. Solo un intervento forte, mirato e continuativo può far sì che si vada a colpire il cuore dell’organizzazione criminale dai contorni paramafiosi. Un quartiere ad alta densità di popolazione, tra cui molti bambini e anziani, deve tornare una piazza pulita e libera.”

“Situazioni che calpestano la dignità dei cittadini”

“Assistiamo inoltre – attacca Radaelli – a situazioni assurde che vedono calpestata la dignità dei cittadini. Stiamo aiutando una famiglia numerosa con problemi economici e una minore affetta da una malattia gravissima; senza che chi di dovere li assista adeguatamente. Alla famiglia in questione hanno assegnato un’abitazione non idonea; è troppo piccola, fatiscente e che non ha i requisiti igienici adeguati, causando ulteriori difficoltà alla bambina.”

“Prima che la situazione per questa bambina peggiori ulteriormente – chiude Radaelli – pretendiamo che il Comune e i servizi sociali analizzino a fondo la vicenda, al fine di garantire il dovuto sostegno alla famiglia. Il comitato “Rete” nasce come sostegno ai residenti del quartiere e non permetteremo mai che i nostri concittadini vengano lasciati indietro, soprattutto se si trattano di minori. Se le cose per la bambina e per la sicurezza del quartiere andranno peggiorando, qualcuno avrà sulla coscienza il peso di non aver mosso dito per trovare soluzioni.”

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank