Con le minacce lo costringeva a pagare ma all’ultimo incontro si presentano i carabinieri, arrestato

Si imbattono in un osso, indagini in corso

Da mesi veniva costretto a consegnare denaro con minacce e intimidazioni. Un incubo al quale hanno messo fine i carabinieri. Vittima un commerciante piacentino di 43 anni vessato da un marocchino di 26. Tutto è iniziato nell’agosto scorso quando lo straniero si è presentato nel negozio del 43enne chiedendo 100 euro. Davanti al rifiuto, il nordafricano ha reagito con violenza colpendo con schiaffi il titolare e iniziando a minacciarlo fino a convincerlo a consegnare il denaro. Essendo riuscito nel proprio intento, il 26enne ha deciso di approfittarne e con le stesse modalità si è ripresentato in altre sei occasioni nel negozio del 43enne, sempre chiedendo soldi: spiacevoli incontri al termine dei quali il commerciante veniva di fatto costretto con le minacce a cedere 40 o 50 euro ogni volta.

L’ultimo episodio risale all’altro giorno quando il marocchino si è ripresentato di nuovo chiedendo 100 euro: “Mi servono per il capodanno” ha detto. Ma la vittima, finalmente, ha deciso di porre fine al proprio calvario: dopo aver spiegato all’aguzzino di non avere con sé, in quel momento, la cifra richiesta, ha fissato un appuntamento in zona Farnesiana per poter consegnare i soldi. Appuntamento che si è tenuto ieri, giovedì 28 dicembre.

Prima dell’incontro, però, il 43enne ha raccontato tutto ai carabinieri del Nucleo Operativo che hanno deciso così di accompagnare l’uomo all’appuntamento tenendosi a debita distanza fino al momento giusto. Nell’istante preciso in cui il piacentino ha consegnato i 100 euro al nordafricano, i militari sono usciti allo scoperto e hanno fatto scattare le manette ai polsi del 26enne. Ora dovrà rispondere di estorsione aggravata.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank