Dal polo logistico partivano tir carichi di abiti firmati, furti per 3 milioni di euro

Deviavano tir, AL volante drogato, Pestato a sangue dai ladri

Deviavano tir carichi di merce dal polo logistico di Pontenure. Parliamo in particolare del magazzino di Xpo, azienda dedita allo stoccaggio e alla distribuzione in tutto il nord Italia di preziosi capi di abbigliamento firmati. Le indagini sono durate da marzo 2017 a maggio 2018. In manette sono finite sette persone rumene e italiane, lavoratori all’interno del capannone. Due di loro sono all’estero ma i militari sono sulle loro tracce. In sostanza i malviventi deviavano tir carichi di merce. Attraverso documentazione contraffatta e bolli di spedizione studiati ad hoc, i malviventi riuscivano a far partire camion carichi di vestiti firmati.

Che fine facevano questi abiti? Venivano venduti a due gruppi distinti di ricettatori che si occupavano poi dello smercio. Un gruppo di rumeni localizzato a Piacenza, e un secondo gruppo di sudamericani di Corsico, in provincia di Milano. Questi ultimi raggiungevano Piacenza proprio per comprare la merce rubata. “Almeno cinque i colpi che abbiamo registrato, ma potrebbero essere di più. Merce rubata per circa 3 milioni di euro” commenta il pm Matteo Centini che ha diretto l’indagine. Nel corso dell’operazione, i carabinieri hanno raccolto refurtiva per 600 mila euro. I lavoratori del magazzino, autori dei furti.