Dopo il venerdì nero i sindacati incontrano Amazon, Ugl: “Ci attendiamo che l’azienda si apra al confronto”

E’ carico di attese e denso di significati l’appuntamento di domani con i vertici di Amazon per la vertenza in corso dei lavoratori di Castelsangiovanni. Il commento di Pino De Rosa di Ugl Terziario alla vigilia. “La giornata di sciopero che ha avuto sicuramente una ricaduta sull’organizzazione dell’azienda in termini di efficienza e tempi di consegna, tratto distintivo che orgogliosamente anche i lavoratori hanno sempre rivendicato, ha dimostrato che non vi è supina acquiescenza ma consapevolezza del proprio importante ruolo da parte dei lavoratori. La Ugl terziario ritiene di confermare la percentuale ribadita dalle altre Organizzazioni Sindacali e ricorda come sia previsto ed in atto il blocco degli straordinari fino al 31 dicembre. L’attesa è quindi orientata verso la speranza che Amazon deponga l’atteggiamento impositivo unilaterale e si avvii al proficuo confronto”.

“Non nascondiamo poi che vi è un significato più profondo che passa attraverso il riconoscimento del ruolo del sindacato in quanto rappresentante delle istanze dei lavoratori anche per la sua capacità di orientare fattivamente e non strumentalmente le trattative che a questo punto devono aprirsi su un piano concreto. I metodi di lotta finora adottati, ragionati e progressivi, devono trovare ascolto affinché non si debbano organizzare forme più altamente conflittuali. La scrivente Organizzazione Sindacale fa appello anche alla stampa chiedendo un’attenzione costante alla trattativa che, è ormai evidente, travalica i confini della vertenza in se e va interpretata in un’ottica di metodo e di sostanza rispetto al rapporto tra i lavoratori italiani e le aziende multinazionali presenti sul territorio nazionale”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank